Vernio

In tanti a Vernio per la fiera di San Giuseppe

Dal blog di fabriziaprota

Domenica 19 marzo a San Quirico e Mercatale grande affluenza per la tradizionale mostra mercato di bestiame, piante e artigianato. Fiorella Nerini di Vernio vince lo "Zuccherini contest"

Gli stand in piazza del Comune a San Quirico

VERNIO. Grande affluenza domenica 19 marzo a Vernio per l’antica fiera di San Giuseppe. In tanti, tra curiosi ed esperti del settore, complici anche le condizioni meteo favorevoli, si sono riversati per tutta la giornata per le strade di San Quirico e Mercatale, per prendere parte alla tradizionale mostra mercato di bestiame, piante da orto e giardino e artigianato. A promuovere la manifestazione il Comune di Vernio e l’Unione dei Comuni della Val di Bisenzio, in collaborazione con la Regione Toscana e numerose associazioni del territorio. «È stata la giornata dei record – hanno commentato il presidente dell’Unione dei Comuni della Val di Bisenzio Primo Bosi e il sindaco di Vernio Giovanni Morganti -. Il tempo ci ha voluto bene ma dobbiamo dire anche che la manifestazione è stata organizzata nel migliore dei modi. Siamo molto soddisfatti».

Circa 100 gli espositori presenti, che hanno portato a Vernio piante da orto e da giardino, specialità regionali e prodotti tipici delle aziende del territorio – presenti anche i produttori della filiera corta di Coldiretti e Campagna Amica -, articoli di artigianato e, come di consueto, i veri protagonisti della fiera, gli animali provenienti dagli allevamenti di tutta la regione ed oltre: mucche di razza Calvana, Maremmane e Limousine, maiali della cinta senese, pecore, galli e galline, capre, conigli e persino alpaca. Per la gioia dei più piccoli, al campo sportivo di Serilli si sono tenute le esibizioni dei cavalli e dei cani border collie e in piazza del Comune a San Quiricola è stato possibile di salire in sella ad un asino.

Tanti anche gli appuntamenti collaterali dedicati alla cultura, come la mostra fotografica “Scatti dalla Val di Bisenzio”, a cura di Imago Club (visitabile fino a domenica 9 aprile), e la videoproiezione “Memorie della Val di Bisenzio” della Fondazione CDSE, entrambe al Casone de’Bardi. Sabato 18 marzo, all’ex Meucci, si sono tenuti invece l’incontro su “La Calvanina – Da razza reliquia a occasione di sviluppo” e la presentazione della mostra foto-documentaria e della pubblicazione a cura della Biblioteca Petrarca “Le fiere bovine nell’alta Val di Bisenzio, una tradizione che continua”.

Si è inoltre concluso nel pomeriggio di sabato 18 marzo, all’ex Meucci, lo “Zuccherini contest”, organizzato da ATIPICO Strada dei vini di Carmignano e dei sapori tipici pratesi: a vincere il primo premio per il migliore zuccherino – il biscotto a base di anice tipico della Valbisenzio – Fiorella Nerini di Vernio, seguita dalla pratese Concetta Marchese (2° classificata) e Michela Barbani di Vernio (3° classificata). A scegliere i migliori biscotti in gara tra quelli preparati dai 38 partecipanti una giuria di esperti composta da Massimo Ciolini del Forno Pasticceria Ciolini, Tiziana Falorni del Forno Steno, Luca Gualtieri del Forno Gualtieri e Mariarosa Morganti dell’associazione Di Forchetta in Forchetta. Presente alla premiazione anche l’assessore regionale al turismo Stefano Ciuoffo.