Vernio

Comitato d’onore per accogliere i ciclisti dell’ Avis Verag

Contributo di agratialessandra

I dieci atleti hanno sperimentato, con un giro di prova, il tratto della Ciclopista del Sole in cui è stata inserita la Val di Bisenzio. A Montepiano hanno incontrato l'assessore regionale Ciuoffo e una delegazione degli amministratori della Val di Bisenzio

Foto di gruppo con i dieci ciclisti dell' Avis Verag

VERNIO. Partiti da Bologna di buon mattino sono arrivati a Montepiano domenica intorno a mezzogiorno i dieci ciclisti dell’Avis Verag che hanno sperimentato con un giro di prova il tratto della Ciclopista del Sole in cui è stata inserita la Val di Bisenzio.

Ad accoglierli a Montepiano un comitato d’onore con in testa l’assessore regionale al Turismo Stefano Ciuoffo, il sindaco di Vernio Giovanni Morganti, accompagnato dalla vice Francesca Bolognesi che ha la delega al Turismo e dall’assessore Alessandro Storai, il vicesindaco di Cantagallo Stefano Ferri che si occupa anche di sport e valorizzazione del territorio e l’assessore di Vaiano Marco Marchi, che cura la valorizzazione del territorio. All’appuntamento anche il presidente della Pro Loco di Montepiano Luca Gualtieri, con zuccherini e biscotti a testimoniare la tradizione eno-gastronomica del territorio vabisentino.

I dieci ciclo escursionisti, Franco Ballerini, Riccardo Ceccatelli, Diego Clemente, Luigi Colzi, Piero Corrieri, Riccardo Crucitelli, Simone Mariotti, Sestino Paoli, Florio Poli e Claudio Toccafondi, hanno dato il via a Bologna all’ultima tappa dei 250 chilometri percorsi da Verona a Prato tra venerdì e domenica.

Da Casalecchio e dalla statale per Sasso Marconi il gruppo ha imboccato la bella strada per Lagaro e Castiglion de Pepoli fino a Montepiano. Da qui, dopo la sosta, la lunga discesa lungo la SR 325, attraverso Sasseta, Mulin dei Fossi, San Quirico e Mercatale di Vernio. Poi Carmignanello con i ruderi della Rocca di Cerbaia e infine l’imbocco della pista ciclabile a Vaiano, lungo il Bisenzio, che i ciclisti hanno percorso interamente (con l’eccezione ovviamente del tratto chiuso per frana) fino a Prato.

La lunga pedalata è stata l’occasione per testare il percorso e avviare una riflessione sulle potenzialità della Vallata per il cicloturismo. Sul piatto dello sviluppo futuro la ricerca di percorsi alternativi alle normali strade, ma adeguati agli standard del cicloturismo, la segnaletica e la manutenzione dei percorsi.

La Ciclovia (o Ciclopista) del Sole è un itinerario di lunga percorrenza in Italia che collega tutta la penisola dal Brennero a Reggio Calabria e prosegue poi in Sicilia e Sardegna. Il tutto su strade a bassa intensità di traffico o su piste ciclabili protette.

 

19 aprile 2016

Faccionotizia: l’informazione parte da te

Il Tirreno ti offre la possibilità di diventare autore delle notizie sul tuo territorio: per scrivere di cronaca, economia, sport, eventi e molto altro basta entrare a far parte della community. Non limitarti ad essere spettatore dei fatti che ti circondano, raccontali e fai sentire la tua voce!