Vaiano

Cinema teatro Modena, dopo la riapertura del foyer un incontro in Regione

Dal blog di fabriziaprota

Il sindaco Bosi e il vicesindaco Marchi hanno incontrato il capo di gabinetto Ledo Gori: “Al progetto sono stati riconosciuti valore e la candidabilità a bandi regionali”. Intanto tutto esaurito alla presentazione del libro di De Luca, primo evento ospitato nel ridotto rinnovato del cinema teatro

La presentazione del libro di De Luca nel foyer del cinema teatro Modena

VAIANO. Dopo l’inaugurazione del foyer della struttura, rinnovato dopo alcuni lavori, del 22 dicembre scorso, il percorso per la riapertura integrale del cinema teatro Modena di Vaiano prosegue. Nei giorni scorsi il sindaco Primo Bosi e il vicesindaco Marco Marchi hanno incontrato in proposito il capo di gabinetto del presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, Ledo Gori, insieme alla consigliera regionale Ilaria Bugetti, con l’obiettivo ultimo di trovare fondi che permettano i lavori di risistemazione necessari per rendere di nuovo funzionale tutta la struttura.

«Al progetto è stato riconosciuto valore e candidabilità i bandi regionali – fa sapere Bosi –. Un inizio promettente sulla strada della ricerca di risorse che ci permettano di realizzare quello spazio multifunzionale a servizio di tutta la Valle del Bisenzio che è il nostro obiettivo». L’operazione salvataggio del Modena è iniziata con la donazione di 300 mila euro da parte dell’associazione culturale “Per il lavoro e la democrazia”, che ha permesso l’acquisto dell’immobile, ma per la sistemazione del teatro serviranno almeno altri 300 mila euro (adeguamento impianto elettrico e norme antisismiche, lavori di manutenzione vari).

Intanto lo scorso 22 dicembre erano davvero tanti i vaianesi che aspettavano di poter finalmente rientrare nel cinema Teatro Modena per una serata di spettacolo. E il maresciallo De Robertis, l’eroe della vita quotidiana dello scrittore Roberto De Luca, ha davvero riempito la scena del foyer, il primo spazio allestito proprio per ospitare eventi nell’attesa della ristrutturazione del teatro. Tanto pubblico e tanti anche coloro che hanno voluto partecipare all’evento, prestando la propria voce per la lettura di alcuni brani del libro “Il maresciallo indaga”, presentato dall’autore stesso e da Camilla Innocenti. La serata si è trasformata così in un evento corale per raccontare alcuni brani delle dieci storie di disperazione e salvezza narrate da De Luca, luogotenente dell’arma in servizio alla polizia giudiziaria della procura di Bologna ma residente a Vernio, alla sua terza esperienza letteraria.