Vaiano

Nella lettera di Bosi a Babbo Natale gli auguri e il “grazie” del sindaco ai vaianesi

Dal blog di fabriziaprota

Dal primo cittadino, con ironia, un messaggio di riconoscenza per le associazioni, i dipendenti e i carabinieri. «Vaiano è una comunità fantastica, costruita sulla solidarietà»

Il sindaco Bosi scrive la sua lettera a Babbo Natale

VAIANO. “Porta alla comunità i miei ringraziamenti per tutte le volte che mi hanno chiamato, brontolato, consigliato e consolato”. Il sindaco di Vaiano Primo Bosi, con l’ironia positiva che lo contraddistingue, quest’anno fa gli auguri di Natale ai suoi concittadini con una simpatica lettera Babbo Natale, dove presenta Vaiano come “una comunità fantastica, costruita sulla solidarietà”.

“Sotto l’albero del Comune ti chiedo tanta serenità da distribuire a tutti i cittadini – scrive Bosi nella sua lettera d’augurio –. Parla con ognuno di loro per fare in modo che tutta la ricchezza dei valori che ci accomunano non vada dispersa dietro un muro di indifferenza. Fa in modo che i nostri bambini possano guardare con occhio curioso e cuore aperto alla ricchezza della vita che hanno davanti. Non offuscare la speranza nel futuro dei nostri giovani. Fa in modo che i nostri anziani possano aiutare ed accompagnare in termini di esperienza la crescita dei più giovani”.

Nella sua lettera Bosi ricorda con riconoscenza “tutti i presidenti e ai componenti delle numerose associazioni di volontariato che con la loro opera riescono a dare risposte concrete ai bisogni emergenti”. Chiede anche sostegno per la sua giunta “in modo da riuscire a dare il massimo impegno per risolvere non solo i problemi della quotidianità, ma fornire le basi per uno sviluppo armonico e rispettoso dell’ambiente del nostro territorio”.

Il sindaco ricorda poi “la preziosa opera che sta svolgendo il consiglio comunale per il miglioramento della qualità di vita del nostro territorio”. “Opera – scrive – che, pur con qualche distinguo dettato dalla diversa sensibilità politica, appare tuttavia condivisa sui temi principali”.

Nella lettera ci sono “i più sinceri ringraziamenti ai dipendenti comunali che con il loro lavoro appassionato fanno in modo che gli obiettivi possano essere raggiunti”.

Riconoscenza e un abbraccio grande ai carabinieri da parte del primo cittadino “perché con la loro opera incessante riescono a rendere il nostro territorio un luogo sicuro”.