Vaiano

Addio al pittore Piero Bargellini

Dal blog di fabriziaprota

Nato a Sant’Angelo a Lecore, era residente da lungo tempo a Schignano. Si è spento nella sua casa a soli 68 anni. I funerali venerdì 21 dicembre, alle 14.30, a Schignano. Tante le sue mostre in Italia e all’estero

Il pittore Piero Bargellini

VAIANO. Vaiano dice addio al pittore Piero Bargellini. L’artista si è spento mercoledì 19 dicembre nella sua casa di Schignano, a soli 68 anni.  Nato nel 1950 a Sant’Angelo a Lecore, nel Comune di Signa, era residente da molti anni nella frazione, dove aveva il suo studio, e conosciuto e apprezzato dalla comunità vaianese.

Bargellini cominciò a dipingere presto, in età preadolescenziale, sotto la guida del maestro Alvaro Cartei. Per molti anni, i modelli di riferimento della sua poetica furono Ardengo Soffici e Ottone Rosai, dei quali apprezzava la pennellata materica e il richiamo alla tradizione toscana. Dopo un lungo periodo trascorso in oriente, dal 1968, i suoi dipinti si arricchirono del gusto per il simbolismo e il surrealismo, toccando tematiche legate all’inconscio. Fu allora che si appassionò a Gauguin, Matisse e Kirchner. Nel 1998 ha fondato il movimento “Estrarte” insieme al pittore di Tobbiana (Pistoia) Marcello Meucci, che di lui ha detto: «È un artista veramente completo. Per chi lo conosce, è una persona umile e capace di affrontare qualsiasi argomento, in particolare nel campo dell’arte».

Nella carriera di Bargellini, varie sono state le sue mostre, in Italia e all’estero, e numerosi i critici di livello che hanno parlato di lui, tra cui Ugo Fortini, Luciano Ferraresi, Tommaso Palloscia e Rinaldo Frank Burattin.

Nel luglio 2015 il Comune di Vaiano aveva promosso nella palazzina di piazza Primo Maggio una personale di Bargellini, in cui l’artista omaggiava l’opera del pittore vaianese Giovanni Mazzuoli.

La salma di Bargellini è esposta alla Pubblica Assistenza di Vaiano. I funerali si terranno venerdì 21 dicembre, alle 14.30, alla chiesa di Schignano.