Vaiano

Scuola, dal Comune 26mila euro all’istituto comprensivo Bartolini

Dal blog di fabriziaprota

Il contributo è stato stanziato dalla giunta comunale per ampliare l’offerta formativa, realizzare progetti specifici, anche sui temi di disagio sociale e abbandono scolastico, e per allestire alcuni spazi esterni. L’assessore Fioravanti: «Fondamentale per i bisogni primari del diritto allo studio e della didattica»

La scuola primaria di Vaiano dell'istituto Bartolini

VAIANO. Il Comune di Vaiano ha stanziato 26mila euro a favore dell’istituto comprensivo Lorenzo Bartolini, che raggruppa tutte le scuole dell’infanzia, primarie e secondaria inferiore del Comune di Vaiano oltre alla scuola primaria di Carmignanello e quella dell’infanzia di Migliana, nel Comune di Cantagallo. Il provvedimento è stato approvato dalla giunta comunale nei giorni scorsi per attuare una serie di interventi per il diritto allo studio, in particolare sulle tematiche del disagio sociale, della disabilità e delle difficoltà linguistiche, per estendere e migliorare l’azione integrata scuola-territorio.

I fondi – che aumentano rispetto a quelli stanziati lo scorso anno, pari a 21mila euro – serviranno dunque per l’ampliamento dell’offerta formativa e, in particolare, l’individualizzazione dei percorsi di apprendimento (4mila euro), la costruzione del curriculum di studio (4mila euro), lo sviluppo dell’espressività (4.800 euro) e delle abilità sociali e della cittadinanza attiva (4mila euro), una serie di iniziative finalizzate all’attuazione dei progetti educativi zonali (4.200 euro) e l’allestimento di alcuni spazi esterni (5mila euro).

«La scuola lavora fra l’altro sul fenomeno del disagio scolastico con l’obiettivo di prevenire l’abbandono – sottolinea l’assessore comunale alla Pubblica istruzione Fabiana Fioravanti –, sull’accoglienza e il recupero dei prerequisiti linguistici non solo per gli alunni stranieri e deve dare risposta agli eventuali bisogni specifici degli studenti. Il contributo stanziato è perciò fondamentale per dare attuazione ai bisogni primari sul piano del diritto allo studio e della didattica e per realizzare progetti specifici».