Vaiano

Alla villa del Mulinaccio arriva “Re Tartufo”

Dal blog di fabriziaprota

Sabato 17 e domenica 18 novembre mercatini, degustazioni, pranzi e cene dedicati al prezioso tubero per la tredicesima edizione della manifestazione promossa da Comune, Fondazione Cdse e Associazione Tartufai della Val di Bisenzio

La villa del Mulinaccio a Vaiano

VAIANO. Alla villa del Mulinaccio arriva “Re Tartufo”. Sabato 17 e domenica 18 novembre saranno due giorni dedicati ai mercatini e alla degustazione del prezioso prodotto. È la tredicesima edizione della manifestazione, promossa da Comune di Vaiano, Fondazione Cdse e Associazione Tartufai della Val di Bisenzio. Nel programma le degustazioni di vino e prodotti tipici, primo fra tutti il tartufo della Valbisenzio, si alternano alle visite guidate alla mostraLa vita dolce” – aperta fino al 25 novembre sale del primo e del secondo piano della villa – e ai pranzi da gourmet.

I tartufi della Valbisenzio sono conosciuti e apprezzati da secoli: compaiono insieme ai funghi nei carteggi dei Buonamici di San Gaudenzio e di Galileo Galilei. Oggi l’associazione Tartufai della Val di Bisenzio ha costituito una sorta di riserva per la raccolta, che si estende fino a Campo Sanico passando per Lavacchio, e continua ad impegnarsi per far conoscere un prodotto che ancora pochi associano al territorio pratese.

La storia del tartufo e dei funghi in Valbisenzio è scritta anche nelle lettere delle famiglie che trascorrevano la villeggiatura nelle ville del territorio e la raccontano i pannelli e le vetrine della mostra “La vita dolce”. Del tartufo nero, che in Calvana matura d’estate (tartufo scorzone) o in autunno (trifola nera), era ghiotto Galileo Galilei che nel 1634, già in esilio ad Arcetri, si fa recapitare da Geri Bocchineri, cui era legato da parentela dopo il matrimonio a Prato del figlio Vincenzo, in un’unica spedizione ben sei libbre del pregiato tubero in una scatola sigillata. E i Buonamici di San Gaudenzio già in aprile, quando il prugnolo diventa il re dei funghi della macchia, chiedevano al fattore di inviarne loro ceste nel palazzo di città se la stagione non era ancora tiepida abbastanza da far partire la loro villeggiatura.

Di seguito il programma completo di “Re Tartufo” 2018:

Sabato 17 novembre

Dalle 15 alle 20 nella Tinaia mercatini del gusto, dell’artigianato e di vendita del tartufo e degustazione di vini della cantina Marchesi Pancrazi, a cura di Ais Prato. Alle 17 e alle 18.30 visite guidate alla mostra “La vita dolce” a cura del Cdse. Alle 20, “Gran Convivio”: cena a base di tartufo a cura dell’Associazione Tartufai, con lo chef Mauro Ravalli.

Domenica 18 novembre

Dalle 10 alle 20 nella Tinaia mercatini del gusto, dell’artigianato e di vendita del tartufo e degustazione di vini della cantina Marchesi Pancrazi, a cura di Ais Prato. Alle 13 pranzo a base di tartufo a cura dell’Associazione Tartufai. Alle 16 visita guidata alla mostra “La vita dolce” a cura della Fondazione Cdse.

Per cena e pranzo prenotazione obbligatoria al 366 2706137 oppure 338 3803817. Per informazioni: tartufaivalbisenzio@virgilio. La mostra “La vita dolce” è aperta sabato e domenica dalle 15 alle 19 fino al 25 novembre. Info e prenotazioni visite guidate a info@fondazionecdse.it, 0574 942476 (lun-ven, ore 9-13), www.fondazionecdse.it.