Vaiano

La Lista Vaianesi sulla passerella de La Tignamica: «Un ponte di ritardi»

Dal blog di fabriziaprota

L’opposizione è critica sulla gestione della struttura e di quella “gemella” de La Briglia da parte di Publiacqua. E attacca l’amministrazione comunale: «Ci saremmo aspettati un’ordinanza immediata a Publiacqua. Ma forse certi piedi, ad un anno dalle elezioni, non si possono pestare». Sul ponte de La Briglia compare uno striscione

Lo striscione appeso dalla Lista Vaianesi e da La Città per Noi sul ponte de La Briglia

VAIANO. Un ponte “di ritardi”. Così la Lista Vaianesi, all’opposizione in consiglio comunale, ha definito la passerella ciclo-pedonale de La Tignamica, chiusa dallo scorso 23 agosto per effetto di un’ordinanza del sindaco Primo Bosi perché a rischio di tenuta.

«Al rientro dalle vacanze di metà agosto e con le terribili immagini del ponte Morandi di Genova ancora negli occhi abbiamo appreso della nuova chiusura del ponte sul Bisenzio alla Tignamica da parte dell’amministrazione comunale – fanno sapere i componenti della lista –. Pur essendo d’accordo sulla massima “prevenire è meglio che curare” non possiamo non sottolineare i ritardi che stanno accompagnando la risistemazione del ponte stesso da parte di Publiacqua: tutto doveva iniziare a luglio per sfruttare la ridotta portata del Bisenzio durante i mesi più caldi – sostengono – ed invece adesso gli operai dovranno sperare in un autunno non troppo piovoso».

E per dimostrare la propria disapprovazione verso la gestione della struttura da parte di Publiacqua, l’opposizione, insieme al movimento “La Città per Noi”, nei giorni scorsi ha appeso alla passerella “gemella” de La Briglia uno striscione con su scritto “Ordinanza Publiacqua no? Paura 2019? 1 anno e 1/2”. Riferito al periodo trascorso dalla prima chiusura dei ponti (nel marzo 2017).

«Questi ritardi si sommano al degrado dei ponti, La Tignamica e La Briglia, causato da una scarsa manutenzione e dalla scelta di materiali scadenti al momento della costruzione – continua la Lista Vaianesi in una nota –: errori che i cittadini di Vaiano stanno pagando cari e che mettono a rischio anche una serie di sottoservizi legati alla stabilità dei ponti. Quello della Briglia poi è anche una delle vie di accesso al campo sportivo, che tra pochi giorni vedrà iniziare la stagione sportiva di molte squadre giovanili: una sua chiusura totale obbligherebbe ragazzi a genitori ad accedere all’impianto solo in auto e passando dal sottopasso della ferrovia».

«Eppure è un anno e mezzo che i ponti sono così e non ci risulta esistere nessun programma di manutenzione delle altre strutture simili sul territorio, come evidenziato da un nostro accesso agli atti – conclude l’opposizione –. Ci saremmo aspettati una ordinanza immediata e perentoria a Publiacqua per il ripristino alla Tignamica e alla Briglia ma invece i tempi si sono allungati. Forse certi piedi, ad un anno dalle elezioni, non si possono pestare».