Poggio a Caiano

Bresci (Lega): “Paradossale che dopo quasi 2 anni la ricostruzione del muro della Villa medicea non abbia ancora trovato una fine“

Dal blog di giuliacatarzi

"Chiediamo che il Comune faccia maggior pressione: in Commissione Cultura ci era stato comunicato che i lavori sarebbero terminati entro ottobre 2018".

Diletta Bresci, capogruppo dell'opposizione poggese

POGGIO A CAIANO. Quella del crollo del muro della Villa medicea è una ferita nel cuore di Poggio a Caiano che fa ancora male, perché lasciata ancora aperta. Sulla questione scende in campo l’opposizione, che giudica “paradossale” il fatto che, a distanza di quasi 2 anni, ancora la ricostruzione del muro della Villa Medicea non abbia trovato una fine.

“Probabilmente ai tempi in cui fu costruita ci avrebbero impiegato meno tempo – affermano con un certo sarcasmo la capogruppo Diletta Bresci e i consiglieri di opposizione Elena Chiti e Stefano Chiti in merito alle dichiarazioni sullo slittamento della conclusione dei lavori per il restauro della cinta muraria della Villa – dal Ministero per le attività culturali e del turismo erano stati stanziati fondi per circa 900 mila euro: ci viene a questo punto spontaneo domandare come mai questi soldi non siano bastati e soprattutto quando e se la ricostruzione della cinta muraria della Villa vedrà una fine”.

Diletta Bresci spiega anche “dal Comune, in Commissione Cultura, era stato comunicato che i lavori per la ristrutturazione del muro sarebbero terminati entro ottobre 2018”. “Senza peraltro parlare dei risarcimenti per le auto danneggiate – conclude l’esponente del Carroccio – che ancora non sono arrivati. Chiediamo che il Comune faccia maggior pressione sugli organi deputati al restauro, perché è una cosa inaccettabile che dopo quasi due anni il cantiere non riesca ancora a vedere una fine”.