Poggio a Caiano

Grande successo per l’Antica Fiera di Sant’Antonio

Dal blog di giuliacatarzi

Tantissime le persone di ogni età che hanno preso parte all’evento, molti accompagnati dai propri amici a quattro zampe per consueta benedizione

POGGIO A CAIANO. Una giornata davvero riuscita e che ha richiamato tantissime di persone di ogni età, quella dell’Antica Fiera di Sant’Antonio, dedicata agli amici e in programma per domenica 20 gennaio nell’area verde di via Risorgimento a Poggio a Caiano. La manifestazione, giunta quest’anno alla 23esima edizione, è stata organizzata dalla Pro Loco con il contributo e la collaborazione del Comune.

“Siamo davvero orgogliosi del riscontro avuto dalla Fiera quest’anno – ha commentato Francesco Ricciarelli, presidente della Pro Loco – all’appuntamento hanno preso parte migliaia di persone. È stato un successo, bambini ed adulti sono stati felici nel prendere parte a questa giornata. Ringrazio tutti per la collaborazione, questo risultato ci fa guardare pieni di idee al 2020, con l’obiettivo di fare di più e ancora meglio”.

L’Antica Fiera di Sant’Antonio affonda le sue radici nelle tradizioni rurali della zona e le sue origini sono antiche. È certo infatti che la fiera, riproposta dal 1997 dalla Pro Loco, si svolgeva già nel Settecento, come testimonia un famoso quadro di Giuseppe Maria Crespi esposto alla Galleria degli Uffizi, ma è probabile che la sua nascita si collochi ancora più indietro nel tempo.

Un appuntamento fisso, ormai, per poggesi e non solo, apprezzatissimo dai più piccoli e che ogni anno richiama un pubblico sempre più importante, offrendo la possibilità per un giorno, a chi partecipa, di ricoprire le antiche tradizioni rurali e di vedere dal vivo degli animali che oggi non è più così frequente osservare.

I tanti visitatori hanno potuto passeggiare tra i banchi del mercato straordinario e assaporare le bontà preparate dagli stand gastronomici di Pro Loco e Caritas, ma anche ammirare l’esposizione di animali da cortile: maiali, galli e galline, mucche e tanti altri. E proprio la mucca è stata la protagonista delle dimostrazioni di mungitura. Presenti poi nell’area della fiera il maniscalco e l’esposizione di trattori e mezzi agricoli d’epoca, oltre ai mezzi del gruppo storico dei vigili del fuoco di Prato e quelli antincendio della Vab Colline Medicee.

In programma alle 12.30, invece, l’appuntamento più atteso da grandi e piccini: la benedizione degli animali domestici, impartita dal parroco di Poggio a Caiano don Fiorenzo Battistini e che ha visto la partecipazione di tantissime persone con il proprio animale al seguito.

Il pomeriggio si è animato invece con i maestosi cavalli dello spettacolo equestre a cura dell’associazione Cavalli e Carrozze. Apprezzata dai più piccoli, però, anche la possibilità di salire a cavallo per il “battesimo della sella”, oltre ai giri in carrozza offerti dalla Pro Loco.

E per concludere, il “Triathlon delle motoseghe” a cura de “Il legnaiolo”: i migliori boscaioli della zona si sono sfidati in gare di abilità e velocità nel taglio della legna che hanno lasciato il pubblico davvero senza parole. La Misericordia di Poggio a Caiano è stata invece presente con un gazebo informativo dove ha illustrato le principali manovre di rianimazione, in particolare quelle di disostruzione pediatrica.

L’Antica Fiera di Sant’Antonio è stata realizzata con il contributo di Publiacqua e Coffing.