Poggio a Caiano

Albero pericolante in una proprietà privata: chiusa parzialmente via Italia ’61

Dal blog di giuliacatarzi

Nessun pericolo imminente ma la Municipale ha previsto la chiusura a scopo precauzionale

Chiusa via Italia '61 per un albero pericolante

POGGIO A CAIANO. Nella serata di domenica 20 gennaio è stata chiusa via Italia ’61 (fino al civico numero 6) a causa di un albero su proprietà privata giudicato potenzialmente pericoloso. Non si tratterebbe di un pericolo imminente, ma in ogni caso la strada è stata chiusa in attesa che il proprietario provveda alla messa in sicurezza e all’eventuale rimozione del pino.

Subito dopo la segnalazione – avvenuta domenica mattina – da parte di alcuni cittadini, si è immediatamente attivata la macchina comunale con un sopralluogo congiunto della Polizia Municipale e dei Vigili del Fuoco. Sempre nel pomeriggio di domenica, è stato intimato al proprietario dell’area in cui sorge l’albero di contattare un agronomo per una perizia urgente necessaria a stabilire le modalità di messa in sicurezza (e di eventuale rimozione) della pianta pericolante.

“In poche ore sono state attivate tutte le verifiche e le procedure finalizzate alla messa in sicurezza dell’albero e della strada su cui si trova – spiega l’assessore alla Polizia Municipale Giacomo Mari – non solo grazie alla preziosissima collaborazione dei nostri concittadini, ma anche alla velocità di risposta dei nostri agenti della Municipale che hanno coordinato il tutto in maniera rapida e impeccabile. Per quanto riguarda l’albero, a seguito dei primi rilievi, non sembrerebbe essere in imminente pericolo di caduta ma, trovandosi su un’area privata, è necessario che il proprietario provveda quanto prima alla sistemazione della pianta al fine di riaprire la strada”.

“Fa piacere che ci sia stata questa collaborazione stretta – aggiunge il sindaco Francesco Puggelli – una collaborazione che ha visto i cittadini allertare immediatamente chi di dovere, senza perdere tempo con foto e commenti superflui sui social network. Un’ulteriore dimostrazione che è così che si deve agire per risolvere i problemi: di nuovo grazie ai cittadini per la segnalazione e ai nostri agenti della Municipale per la reattività”.