Poggio a Caiano

“Essere campioni è un dettaglio”, la presentazione del libro venerdì 18 gennaio alle Scuderie Medicee

Dal blog di giuliacatarzi

Durante la serata si ripercorreranno alcune delle vicende sportive ed umane dei campioni del secolo scorso nella loro relazione con la cornice storico-sociale all’epoca

POGGIO A CAIANO. Appuntamento con la storia dello sport del Novecento domani sera, venerdì 18, alle Scuderie Medicee di Poggio a Caiano. Insieme a Paolo Bruschi, autore di “Essere campioni è un dettaglio”, al sindaco di Poggio a Caiano Francesco Puggelli e agli assessori allo Sport e alla Cultura, Fabiola Ganucci e Giacomo Mari, si ripercorreranno alcune delle vicende sportive ed umane dei campioni del secolo scorso nella loro relazione con la cornice storico-sociale all’epoca.

“Siamo molto contenti che “Essere campioni è un dettaglio” sia presentato qui da noi a Poggio a Caiano – commenta l’assessore allo Sport, Fabiola Ganucci – Poggio è una città con una grande tradizione agonistica e questo testo affronta lo sport da una prospettiva inedita utilizzandolo come tramite per raccontare la storia e la società dell’epoca: unendo, quindi, il fine didattico e conoscitivo alla passione sportiva”.

Le vicende degli atleti diventano il filtro per ricordare alcune delle principali evoluzioni del Novecento: dai calciatori che si sono opposti alle dittature, alle pioniere dello sport femminile, all’affermazione dei diritti politici e civili degli afro-americani fino ad arrivare al nostro Paese di cui viene illustrato il periodo fascista, la lunga vicenda dell’emigrazione e l’alba della contemporaneità all’inizio degli anni ’80.

“Il libro è la traduzione su carta di un progetto didattico che da un po’ di anni porto in giro per le scuole della provincia di Firenze – commenta l’autore – La scelta delle storie sportive è evidentemente funzionale all’obiettivo di tratteggiare il XX secolo in una maniera almeno vagamente esaustiva, anche se alcuni temi sono forzatamente restati fuori per non appesantire eccessivamente il volume che vuole essere una lettura agile e in grado di suscitare curiosità e interesse per successivi approfondimenti”.