Poggio a Caiano

Nuovo Regolamento comunale: adesso per le associazioni è più semplice chiedere un contributo

Dal blog di giuliacatarzi

Oltre 20 le associazioni a Poggio, dove in media un cittadino su tre appartiene e dedica il suo tempo ad una di queste.
Il sindaco Puggelli: “Aiutiamo queste realtà a crescere”

Il sindaco Puggelli e gli assessori Mari e Federico con i rappresentanti delle associazioni poggesi

POGGIO A CAIANO. Oltre 20 le associazioni di volontariato presenti sul territorio poggese, dove in media un cittadino su tre appartiene e dedica il suo tempo ad una di queste realtà. Motivi più che validi, questi, per l’amministrazione comunale, per sostenerle e dare loro un contributo affinché possano portare avanti le loro preziose attività. In presenza delle nove associazioni che hanno beneficiato quest’anno dei 35 mila euro erogati dal Comune, il sindaco Francesco Puggelli, il vicesindaco Giacomo Mari e l’assessore alla Cittadinanza e alla Partecipazione Maria Teresa Federico, hanno quindi tradotto in esempi concreti l’impiego delle risorse affidate dal Comune alle associazioni. Dalle attività di assistenza alla persona garantite dalla Misericordia, passando per le attività musicali organizzate dalla scuola di musica “L’Ottava nota”, fino ad arrivare agli eventi organizzati dalla Pro Loco, sono nove le realtà che nel 2019 potranno dare seguito ai loro progetti grazie alla collaborazione con l’amministrazione poggese.

“Oltre ai 35 mila euro erogati a sostegno della attività delle associazioni del territorio – ha spiegato l’assessore Federico – esistono poi anche i contributi fissi stanziati tramite convenzione, come accade ad esempio con l’Auser per la manutenzione del Parco del Bargo ed il servizio di pre e post scuola o con la Misericordia per i servizi agli anziani, per un totale di oltre 50 mila euro. Cifra che dimostra quanto siano preziose per noi queste realtà”.

Come tiene a sottolineare il sindaco Francesco Puggelli, infatti, questi contributi sono infatti “un aiuto alle attività dei poggesi per i poggesi, per tutte quelle associazioni che contribuiscono a rendere il territorio più ricco”.

Ma l’amministrazione ha voluto favorire anche l’accesso a questi contributi mettendo mano al Regolamento comunale che disciplina il tutto, un documento ritenuto ormai “superato in alcune parti” e che quindi è stato rivisto affinché diventasse più flessibile e semplice. Una commissione consiliare congiunta presidiata dalle consigliere Celine Daouas e Paola Vettori (rispettivamente presidente della Commissione Cultura e presidente della Commissione Servizi Sociali) ha quindi messo a punto un vero e proprio lavoro di svecchiamento del regolamento finora in vigore. “Con queste modifiche si ottimizzano i tempi e si semplificano le procedure – ha spiegato il vicesindaco Giacomo Mari – in questo modo si riesce nell’intento di coinvolgere le associazioni e di semplificare loro la vita: è giusto che chi si spende a titolo volontario per il bene della comunità, possa farlo senza troppi lacci e lacciuoli della burocrazia. Il tutto, chiaramente, mantenendo in essere le regole della massima trasparenza e della rendicontazione”. “È un passo molto importante – ha chiosato il primo cittadino – l’unica perplessità sta nel fatto che questa iniziativa in Consiglio comunale abbia ottenuto il voto contrario dell’opposizione (Lega e Fratelli d’Italia), un voto che però non è stato sostenuto da nessuna motivazione”.

Tra le principali modifiche attuate, il termine di presentazione delle richieste di contributo, fissato adesso nel 28 febbraio (non più il 31 gennaio) e la possibilità di fare domanda di un aiuto a sostegno di un progetto maturato anche dopo di questa scadenza, accedendo all’istruttoria (cosa finora non possibile). Sono stati poi ampliati anche i campi di applicazione, semplificati quelli che erano ormai degli “ostacoli procedurali” e offerte quindi maggiori possibilità alle associazioni.