Poggio a Caiano

Il parcheggio del Bargo usato come discarica

Dal blog di giuliacatarzi

L’assessore Mari: “Abbiamo già comminato diverse sanzioni e continueremo a farlo”.
Multati anche i padroni dei cani che non raccolgono gli escrementi

POGGIO A CAIANO. Continua l’abbandono di rifiuti sul territorio poggese e ancora una volta a fare da cornice a quello che non può definirsi altro che un brutto spettacolo di degrado è il parcheggio del Parco del Bargo, dove tra domenica 9 e lunedì 10 settembre intorno ai cestini getta carte sono comparse numerosi sacchi di rifiuti. Luogo prescelto per questo tipo di scarichi, forse anche per il fatto di essere lontano da occhi indiscreti soprattutto nelle ore notturne, questa area di sosta viene presa di mira ormai da molto tempo, ma purtroppo non è la sola. Anche in aree più centrali, infatti, come piazza XX Settembre o piazza IV Novembre, i cestini pubblici sono spesso usati da chi, per ovviare ai meccanismi della raccolta differenziata porta a porta, abbandona i propri sacchetti di immondizia domestica, motivo per cui l’amministrazione comunale – in sinergia con Alia e la Polizia municipale – ha da tempo avviato un’intensa attività di controllo volta appunto a smascherare questi furbetti. Inoltre, il caso di via Cancellieri, dove di fronte ad una abitazione continua da tempo l’ammasso di rifiuti organici più volte lamentati dai residenti della strada.

“Abbiamo già provveduto a segnalare lo scarico nel parcheggio del Bargo sia all’azienda che gestisce il servizio che ai vigili urbani – spiega l’assessore Giacomo Mari, con delega ai rapporti con la Polizia municipale – l’attività di controllo va avanti da tanto e ci ha permesso, in molti casi, di sanzionare gli autori di questi conferimenti. Anche questa volta saranno fatte le dovute verifiche e se ci saranno gli indizi necessari procederemo nello stesso modo. Purtroppo al comportamento virtuoso della maggior parte dei cittadini si contrappongono questi episodi che non è detto siano da imputare agli stessi poggesi, ma che comunque minano l’immagine del nostro territorio”.

Come spiega l’assessore Mari lo stesso accade con gli escrementi lasciati dagli amici a quattro zampe: “Anche in questo caso, in applicazione del nostro Regolamento comunale sul Decoro urbano, sono già state applicate varie sanzioni contro quei padroni che non provvedono a raccogliere gli escrementi dei loro cani. E’ una battaglia di civiltà che va avanti in modo sistematico e che ci auguriamo scoraggi chi finora non si è attenuto alle regole”.

Intanto si può dire che i controlli, almeno a Poggio a Caiano, stanno dando i loro frutti. Negli ultimi mesi infatti c’è stata una sola segnalazione per quanto riguarda l’abbandono di scarti tessili, problema invece molto diffuso nei territori vicini. “L’unico caso è avvenuto nella zona artigianale in prossimità del Ponte Attigliano – conclude Mari – la sensibilità verso questo argomento c’è tutta, perchè a fronte di un impegno diffuso e di un servizio che funziona dispiace dover gestire questi comportamenti che minano il nostro decoro urbano. L’invito che rivolgo a tutti, quando ci troviamo di fronte a casi come quello accaduto nel parcheggio del Bargo, ma anche e soprattutto in zone più isolate dove è più difficile vedere tempestivamente eventuali abbandoni di rifiuti, è quello di segnalare all’Ufficio Ambiente del nostro Comune e alla Polizia municipale, in modo che si possa ripristinare al più presto la situazione”.