Poggio a Caiano

Un viaggio che attraversa 5 secoli: tutto pronto per l’Assedio alla Villa

Dal blog di giuliacatarzi

Una grande festa che proietterà tutti in un’altra dimensione, dal Rinascimento ad oggi: appuntamento per il 14, 15 e 16 settembre con spettacoli, performance, musica, percorsi a tema e street food

Francesco Puggelli, Lorenzo Sbaraglio, Francesca Faggi, Gabriele Zeloni e Giacomo Mari per la presentazione ufficiale della manifestazione

POGGIO A CAIANO. Una grande festa intorno alla Villa medicea con tantissimi eventi per tutte le età: sarà questa la 34esima edizione dell’Assedio alla Villa di Poggio a Caiano, in programma per il 14, 15 e 16 settembre prossimi. Un’edizione dedicata ai cinque secoli di storia che dal Rinascimento ci portano fino ad oggi, con tante novità e numerose riconferme che danno vita ad un calendario di eventi davvero ricchissimo.

Sarà un viaggio magico​ ​alla scoperta dei​ ​personaggi, delle vicende e delle suggestioni che ruotano intorno alla splendida Villa patrimonio dell’Unesco. Per tre giorni la residenza medicea e le strade limitrofe ospiteranno ​spettacoli​, ​cortei​, ​performance​, ​rievocazioni​, ​laboratori​, ​musica​ e balli​, in una festa adatta a tutti, all’insegna dei colori, dei suoni e dello stupore.

Lo spunto per celebrare la sontuosa Villa è, come da tradizione, la rievocazione del matrimonio tra Giovanna D’Austria e Francesco I dei Medici, avvenuto nel 1565, che ogni anno dà il via allo zampillar del vino dalla fontana del Mascherone. Ma la novità di quest’anno è che ​l’Assedio non porterà i suoi partecipanti indietro soltanto nel Rinascimento​: saranno infatti ​cinque, come quelli vissuti dalla Villa, ​i secoli di storia​ raccontati attraverso la manifestazione. Percorrendo poche centinaia di metri si potrà così fare un salto temporale che dal Rinascimento, attraversando i secoli, conduce fino al ‘900. Protagonisti di questo viaggio saranno quindi i ​personaggi​ che hanno segnato la storia della Villa: da Lorenzo il Magnifico a Vittorio Emanuele II, passando per la tormentata Bianca Cappello e Elisa Baciocchi Bonaparte con l’amico Niccolò Paganini. Sarà possibile ​incontrarli “di persona”​ grazie alle performance teatrali che danno vita agli ​“Attimi di Villa”​.

“La caratteristica anche quest’anno resta la rievocazione storica – spiega la neo presidente del Comitato Assedio Francesca Faggi – la novità sta nel fatto di aver però voluto ripercorrere tutti e cinque i secoli di storia, proponendo un calendario con oltre 30 eventi ogni sera. I visitatori potranno ammirare ancora il Videomapping che ha riscosso molto successo lo scorso anno, ma potranno anche assistere a concerti e spettacoli di danza, di trampolieri e di musicisti; ci saranno poi laboratori per i più piccoli, il mercatino artigianale “Io creo” e per l’intera durata della manifestazione sarà aperto gratuitamente anche il Museo Soffici. Da non perdere infine anche i due cortei: quello fissato per sabato 15, multiepoca, che vedrà sfilare tantissimi personaggi che vanno da Lorenzo il Magnifico ad oggi, e quello di domenica 16, dedicato invece esclusivamente al Rinascimento”.

Importante citare anche, tra le novità di quest’anno, il ripristino del biglietto giornaliero per tutti i poggesi e l’entrata gratuita per i residenti all’interno del perimetro della festa (oltre che per i bambini sotto i 12 anni e per i disabili).

Ma non solo. Per questa 34esima edizione si è rinnovato anche il ​logo​ stesso della manifestazione, realizzato dal poggese Gabriele Zeloni e che adesso vede la Villa medicea al centro, con le sfere dello stemma mediceo che, come satelliti, gravitano nel suo orbita, a rappresentare i mondi che le sono ruotati attorno attraverso i secoli.

“L’iniziativa – spiega il direttore della Villa medicea Lorenzo Sbaraglio – è stata inserita nel calendario 2018 delle Giornate europee del Patrimonio: con 13 pannelli abbiamo voluto far conoscere a chi visiterà la Villa cosa veniva fatto in quegli spazi, ma non solo. La Villa è sempre stata separata dal paese dalle sue mura, ma è anche il suo cuore pulsante e per un periodo ha offerto rifugio a 900 poggesi. Questa edizione dell’Assedio sarà l’occasione per dare risalto in particolare a questo momento storico”.

“Sono molto felice delle novità che abbracciano quello che invece rimane delle scorse edizioni, in continuità col passato – aggiunge l’assessore alla Cultura Giacomo Mari – il mio augurio è che questa sia un’occasione in più per conoscere la Villa e altri spazi solitamente aperti al traffico e quindi meno fruibili, e magari che possa anche offrire lo spunto per tornare a Poggio a Caiano per una visita ancor più approfondita”.

Nei tre giorni di festa non mancheranno infatti anche le ​visite guidate​ alla Villa (comprese nel biglietto d’ingresso, su prenotazione) organizzate su cinque percorsi tematici. Cinque, lo stesso numero delle aree ​in cui sarà strutturata la festa stessa – non a caso il simbolo della 34esima edizione dell’Assedio è la “​V​”, come ​V​illa ma anche come cinque in numeri romani – ognuna delle quali racconterà mondi ed epoche diversi che gravitano intorno alla Villa:​ Dal Rinascimento in giù​, ​Fuori e dentro la Villa​, ​Largo al ‘900​, ​Spazio d’Oggi​, ​Pianeta Giovani​. E proprio ai giovani sarà dato ampio spazio nei tre giorni dell’Assedio, con il live painting, l’angolo rock dedicato alle band, la zona disco, i concerti di musica trap​ e il freestyle, senza però dimenticare la musica classica.

Ma l’Assedio alla Villa 2018 sarà un’emozione per tutti: grandi e piccini potranno ammirare gli spettacoli itineranti di “magiche presenze fuori dal tempo” e stare col naso all’insù per vedere la ​facciata della Villa animarsi ​grazie al ​videomapping 3D​. E ancora, scoprire i mercatini, gli antichi giochi e gli antichi mestieri, le esibizioni di falconeria, gli scacchi giganti, oltre al teatrino e alle fiabe per bambini.

E per appagare non solo lo spirito ma anche l’appetito, all’Assedio non mancherà il buon cibo: sono ​otto infatti i ​chioschi enogastronomici ​presenti nell’area delle festa, che, sotto forma di taverne e osterie, proporranno specialità toscane e non.

“Sarà un’edizione importante, di svolta – ha commentato il sindaco Francesco Puggelli – tanti gli ingredienti che ne faranno una festa tutta da gustare, per questo tengo a sottolineare la finalità ultima di questa grande manifestazione, ossia la promozione del nostro territorio e delle sue associazioni, che per tutto l’anno promuovono attività per la nostra comunità”.

L’appuntamento è quindi per ​venerdì 14 settembre​, ​dalle 19 alle 1​, con la serata di apertura dell’Assedio alla Villa. Si prosegue ​sabato 15 settembre​, ​dalle 16 alle 2​, con la seconda giornata di festa, mentre il terzo ed ultimo appuntamento con l’Assedio è in programma domenica 16 settembre​, ​dalle 16 alle 24​. A chiudere la manifestazione saranno i tradizionali fuochi d’artificio​.

Il ​biglietto​ d’ingresso all’Assedio alla Villa, acquistabile all’entrata della festa, per gli adulti ha un costo di ​6 euro​ giornalieri o di ​10 euro​ in abbonamento per 3 giorni, mentre è​ gratuito per i bambini sotto i 12 anni​. I residenti a Poggio a Caiano possono acquistare ​in prevendita ​(alle Scuderie Medicee, a partire dal 7 settembre)​ ​biglietti a prezzo ridotto al costo di 4 euro giornalieri o di 6 euro in abbonamento per 3 giorni.

L’Assedio alla Villa 2018 è organizzato dal ​Comitato Assedio alla Villa​ della ​Pro Loco di Poggio a Caiano​, con il contributo e il patrocinio del ​Comune di Poggio a Caiano​ e della Regione Toscana​, il patrocinio della ​Provincia di Prato​ e la collaborazione del ​MiBAC – Polo Museale della Toscana​. L’evento è stato inserito nel calendario dell’Anno europeo del Patrimonio Culturale.

Maggiori informazioni e il programma completo su ​www.assedioallavilla.it​, sulla pagina Facebook Assedio alla Villa, l’evento Facebook https://www.facebook.com/events/294033884514232​/ Assedio alla Villa 2018 | Evento Ufficiale, a ​info@prolocopoggioacaiano.it​ o 055 8798779.