Poggio a Caiano

Arrestata banda criminale armata: una base era a Poggio a Caiano

Dal blog di giuliacatarzi

Ovattoni (Lega Nord): “Il sindaco Puggelli deve attivarsi con solerzia affinché venga rinforzato l'organico della Polizia Municipale dotandolo, di un'idonea struttura da destinare come comando e devono essere realizzati, tramite il coinvolgimento della Prefettura, piani ed interventi coordinati tra Polizia Municipale e Carabinieri”

POGGIO A CAIANO. Aveva una delle sue basi anche a Poggio a Caiano la banda criminale di nazionalità cinese che, armata di machete e pistole, rapiva i connazionali. Nell’ambito di un’inchiesta della Procura di Gorizia che ha coinvolto ben cinque regioni sono state quindi arrestate cinque persone. Il blitz è partito contemporaneamente, la notte del 31 agosto, a Poggio a Caiano, Campi Bisenzio, Napoli, Mestre, Padova e Reggio Emilia.

“Crimini d’Oriente”, questo il nome dell’operazione, ha fatto sì che si scoprissero, nel capannone di Poggio a Caiano, tantissime macchine per cucire rubate dalla banda e infatti proprio questo spazio veniva utilizzato per nascondere questo tipo di refurtiva. Oltre a ciò, i Carabinieri hanno sequestrato anche un Volkswagen Caddy che l’organizzazione utilizzava per gli spostamenti sul territorio. I membri si trovano adesso a dover rispondere di rapine, furti e tentati furti.

“Un capannone di Poggio a Caiano fosse usato come deposito per la refurtiva – tiene a sottolineare Patrizia Ovattoni, segretaria provinciale di Lega Nord – tale vicenda evidenzia come Poggio a Caiano, oltre a non essere un Comune poi così tranquillo, in materia di sicurezza non è attenzionato come dovrebbe”.

“Noi – continua la leader del Carroccio – è da tempo che stiamo mettendo in risalto le problematiche del territorio poggese, nonché la necessità di adottare dei provvedimenti per contrastare in modo efficace l’illegalità presente. Visto e considerato questo preoccupante episodio criminoso, che si va ad aggiungere agli altri illeciti che hanno segnato negativamente il comune di Poggio a Caiano, ritengo opportuno, necessario ed indifferibile che il sindaco Francesco Puggelli si attivi con solerzia affinché venga rinforzato l’organico della Polizia Municipale dotandolo, inoltre, di un’idonea struttura da destinare come comando e vengano realizzati, tramite il coinvolgimento della Prefettura, piani ed interventi coordinati tra Polizia Municipale e Carabinieri locali per il controllo del territorio. Nel frattempo ho chiesto ai miei esponenti del Consiglio comunale di Poggio a Caiano di presentare una specifica interrogazione riguardo al caso in questione”.