Vernio, Vaiano, Poggio a Caiano

Dura lex sed lex

Contributo di francocastorina

Sarebbe il colmo se...

Proseguono i lavori in altezza dell’edificazione del nuovo edificio commerciale Coop e del nuovo Distretto socio sanitario a Vernio ma nel contempo emergono, dall’esterno, una serie di accorgimenti mancanti che fanno pensare ad una scarsa attenzione al rispetto puntuale delle norme di prevenzione degli infortuni.

Nella fattispecie, sempre dall’esterno, si osserva la carenza di una serie di misure anticaduta, quali parapetti in legno incompleti (rischio caduta dall’alto), ferri di ripresa non adeguatamente protetti alla testa con appositi cappucci (contro il rischio di inciampo, scivolamento ed infilzamento), assenza di misure di protezione durante la fase di banchinaggio discontinuo dei solai e per la casseratura di pilastri con moduli tipo “Peri” (caduta dall’alto), assenza di linee mobili anticaduta.

In Italia, di incidenti sul lavoro ce ne sono tantissimi all’anno. Nei primi 5 mesi di quest’anno siamo già a 389 “morti bianche” senza per altro nessun “selfie” in maglietta bianca. Ieri altre due infortuni mortali.

Dal 1994, anno di uscita del Decreto Legislativo 626 – di recepimento di 8 direttive comunitarie in materia di sicurezza ed igiene nei luoghi di lavoro, aggiornato a T.U. col Dlgs 81/08 – i numeri delle morti sul lavoro hanno subito una contrazione per poi risalire, dal 2015 ad oggi, in maniera vertiginosa e, potremmo dire, vergognosa.

Tra l’altro, il settore dell’edilizia è quello più esposto con infortuni spesso mortali sia per una carenza dei controlli preventivi da parte delle Autorità preposte (e/o loro efficacia) sia per l’età elevata dei lavoratori in attesa di raggiungere, e godersi, l’agognata pensione.

La legge è uguale per tutti e chi di dovere ( Uffico PISL Asl 4 Prato e direttore dei lavori ed altre figure segnalate nel cartello di cantiere) ha obbligo di provvedere agli obblighi del D.Lgs 81/08 prima che si possa giungere al peggio, che nessuno auspica.

A maggior ragione nel cantiere di Vernio dove gli oneri da impiegare sulla sicurezza del lavoro sono pari a 52mila euro.

 

Faccionotizia: l’informazione parte da te

Il Tirreno ti offre la possibilità di diventare autore delle notizie sul tuo territorio: per scrivere di cronaca, economia, sport, eventi e molto altro basta entrare a far parte della community. Non limitarti ad essere spettatore dei fatti che ti circondano, raccontali e fai sentire la tua voce!