Poggio a Caiano

Ponte del Manetti, una petizione online per chiedere l’avvio dei lavori di recupero

Dal blog di giuliacatarzi

La campagna fa parte di "Progressi - Italia in Movimento" ed ha l'obiettivo di formare anche un Comitato locale a sostegno di questa importante opera architettonica

Il progetto di recupero

POGGIO A CAIANO. Una petizione online a favore del Ponte Leopoldo II, conosciuto anche come Ponte del Manetti, per chiedere al Presidente della Regione Enrico Rossi e al Presidente della Provincia di Prato Matteo Biffoni che il finanziamento erogato dai due enti per la ricostruzione del Ponte venga urgentemente ripristinato (i finanziamenti sono disponibili ma bloccati dal Patto di Stabilità, ndr), ma anche che si dia inizio ai lavori entro e non oltre il 2016. Il Ponte del Manetti, infatti, che una volta congiungeva i territori di Poggio a Caiano e Prato, oggi richiede il recupero di quello che è un importante valore architettonico, realizzando così un percorso ambientale pedo-ciclabile fra la riva destra del fiume Ombrone pistoiese e l’intera area del Parco delle Cascine di Tavola, un’area ambientale di indiscussa importanza per l’intero territorio.

“L’idea di questa petizione – spiega Alessandro Formichella, promotore della stessa – nasce dal fatto che dal 2011 ad oggi non sono ancora iniziati i lavori di recupero del Ponte del Manetti e molti cittadini si chiedono che fine abbiano fatto i finanziamenti. La volontà è infatti quella di sollecitare il tanto atteso recupero, ma non solo: intendiamo infatti seguire l’intero iter, anche una volta che saranno partiti i cantieri”.

La campagna fa parte di “Progressi – Italia in Movimento” con a capo Vittorio Longhi, giornalista di esperienza internazionale. Il movimento si sta diffondendo in Italia senza finalità partitiche, ma con il solo scopo di prendersi cura di piccole e grandi motivazioni di democrazia e miglioramento del vivere civile.

“Al momento hanno firmato anche due amministratori locali – aggiunge Formichella – Fabrizio Buricchi, assessore del Comune di Carmignano, e Giacomo Mari, assessore di Poggio a Caiano. La raccolta delle firme per adesso è soltanto online ed è promossa anche attraverso una pagina Facebook, ma abbiamo già in programma di organizzare, più avanti, anche dei piccoli eventi. A primavera, per esempio, saremo nei pressi del Ponte con un gazebo. L’obiettivo principale, a questo proposito, sarebbe quello di dar vita ad un piccolo comitato locale. Intanto, in questi primi sei giorni online abbiamo già raggiunto quota 105 firme, che ho inviato via pec al presidente della Regione; le altre le consegnerò personalmente la prossima settimana al Presidente della Provincia Biffoni”.