Montemurlo, Poggio a Caiano, Marliana

La pandemia non ferma la passione per il presepe a Oste

Contributo di Parrocchia Oste

Aperti il concorso dei presepi on-line e il presepe nella chiesa di Oste dedicato al giovane beato Carlo Acutis.

Il presepe della Parrocchia di Oste di quest'anno

Nonostante il momento difficile che stiamo tutti attraversando a causa della pandemia, la Parrocchia di Oste non ha voluto mancare alla tradizione del presepe, seppur in una forma diversa da quella consueta. Il Presepe di Oste di quest’anno, in questo particolare momento storico e sociale, vuole essere un richiamo all’essenzialità. In un tempo in cui siamo chiamati a privarci di tante cose, anche questo presepe vuole invitare tutti a riscoprire ciò che è essenziale nella vita.

Ad ispirare questa riflessione è la straordinaria figura del giovane Beato Carlo Acutis che, nella sua breve vita, ha saputo cogliere ciò che per un cristiano è essenziale: l’Eucarestia.

Carlo Acutis, giovane originario di Milano, morto nel 2006 a 15 anni per una leucemia fulminante e beatificato ad Assisi lo scorso 10 ottobre, è una figura di santità dei nostri giorni, la cui storia sta facendo breccia in molti giovani e non di tutto il mondo; anche il gruppo giovani che pensa e realizza ogni anno il presepe ostigiano, ha avuto modo di conoscere la figura del giovane beato andando anche in pellegrinaggio sulla sua tomba ad Assisi.

Il titolo del presepe è tratto da una delle affermazioni più celebri di Carlo Acutis “L’Eucarestia è la mia autostrada per il cielo”, che ci fa capire come un giovane ragazzo quindicenne del nostro tempo abbia compreso ciò che è davvero essenziale nel cammino cristiano. Ed è proprio l’essenzialità la caratteristica principale del presepe di Oste di quest’anno.

Le restrizioni causate dalla pandemia non hanno permesso ai volontari di dedicare alla realizzazione del presepe il tempo che ogni anno impiegano per allestirlo, ma questo tuttavia non ha fermato la loro passione e il loro desiderio di offrire alla comunità e a chi avrà modo di visitarlo, uno dei simboli più belli del Natale.

Quest’anno un pò meno grande del solito, in una location diversa, con meno effetti e meno dettagli, ma non meno significativo, il presepe, che è stato allestito presso l’altare della Cappella feriale della Chiesa di Oste, nella sua essenzialità, sa comunque offrire un suggestivo scenario e suscitare belle emozioni.

Invitando all’osservanza delle restrizioni dovute alla pandemia, il presepe è aperto dal lunedì al sabato, dalle 9 alle 19 (festivi esclusi), fino al 2 Febbraio 2021.

Anche il tradizionale Concorso del Santo Presepe organizzato ogni anno dalla Parrocchia di Oste, subirà delle modifiche. Per partecipare occorrerà inviare una mail a presepe@parrocchiaoste.it indicando nome, cognome, indirizzo, e allegando un massimo di 10 foto e un breve video (max 1 minuto), in cui si possa vedere il presepe sia nelle inquadrature panoramiche, sia nei dettagli. La mail andrà inviata entro le ore 12:00 di Domenica 27 Dicembre 2020. Una commissione valuterà i presepi in base alle foto e ai video inviati.

Il Concorso è completamente gratuito ed è aperto a tutti i cittadini del Comune di Montemurlo e zone limitrofe, famiglie, privati, bambini, associazioni, enti, scuole e attività commerciali. A tutti i partecipanti sarà rilasciato un attestato di partecipazione.

Premiazioni Mercoledì 6 Gennaio 2021. Nel caso in cui non sia possibile fare le premiazioni in presenza, verranno fatte on-line sui social dove saranno pubblicati anche le foto e i video dei presepi partecipanti.

Per ulteriori info: Pagina Facebook “Parrocchia di Oste”, “Presepe della Parrocchia di Oste” e profilo Instagram “parrocchia_oste”.

Faccionotizia: l’informazione parte da te

Il Tirreno ti offre la possibilità di diventare autore delle notizie sul tuo territorio: per scrivere di cronaca, economia, sport, eventi e molto altro basta entrare a far parte della community. Non limitarti ad essere spettatore dei fatti che ti circondano, raccontali e fai sentire la tua voce!