Montemurlo, Poggio a Caiano, Vernio

A Oste premiati i vincitori del concorso dei presepi

Contributo di Parrocchia Oste

Tra i premiati un presepe ambientato nel borgo della Rocca e uno al circolo Gelli di Bagnolo.
Ancora visitabile il presepe di Oste fino al 2 febbraio.

Presepe primo classificato realizzato da Emiliano Colombo di Oste

La frazione di Oste, così come il suo comune di Montemurlo e le zone limitrofe, confermano di essere “terre di presepi”. Lo testimonia il 16° Concorso del Santo Presepe, organizzato dalla Parrocchia di Oste, con il patrocinio del Comune di Montemurlo, che quest’anno ha visto in gara 17 presepi, realizzati da famiglie, bambini e privati di Oste e zone limitrofe che sono stati visitati dalla giuria composta da alcuni volontari, catechisti e dai componenti del gruppo Presepe della Parrocchia di Oste. L’iniziativa ha come scopo quello di valorizzare e mantenere viva la più bella tradizione del Natale nata a Greccio nel 1223 da un’idea di San Francesco di Assisi, così come ha anche invitato Papa Francesco recentemente con la lettera apostolica “Admirabile signum”.

La premiazione è avvenuta Lunedì 6 Gennaio a Oste al termine della celebrazione dell’Epifania.

Questa la classifica:

1° Classificato EMILIANO COLOMBO

Motivazione: “Un presepe che lascia letteralmente senza parole per come è curato nei minimi particolari. La natività è ambientata dietro una piccola cascata come a sottolineare Gesù come sorgente di acqua viva, verso la quale i Magi si dirigono a bordo di una barca, simbolo di quel cammino che ogni cristiano è invitato a fare: lasciare tutto e seguire Gesù per diventare pescatori di uomini.”

2° Classificato VITTORIA TAGLIANETTI

Motivazione: “Gesù è la luce che illumina il mondo: in questo presepe la natività è rappresentata in una damigiana trasformata in una sorta di mappamondo che si apre come a voler invitare ogni popolo della terra ad accogliere la nascita di Gesù che viene a illuminare le tenebre del mondo.”

3° Classificato ANTONIO IANNOTTA

Motivazione: “Uno scenario insolito per un presepe che è ambientato al Circolo “Gelli” di Bagnolo, dove ha sede l’Associazione Vespa Club di Montemurlo, e che è stato fedelmente riprodotto in quest’opera; la mangiatoria lascia il posto ad una sidecar su cui è adagiato Gesù Bambino. Un modo originale per voler accogliere la venuta di Cristo anche nella vita quotidiana dell’associazionismo montemurlese.”

Premio speciale della giuria RODOLFO ACCERTI

Motivazione: “Un presepe che è un omaggio alla città di Montemurlo e che riproduce in modo impressionante lo splendido Borgo della Rocca in ogni particolare: la Pieve di san Giovanni decollato, il castello, il frantoio, il ristorante, la piazza. La scena della natività è rappresentata ai piedi dell’imponente castello. Un’opera davvero unica che testimonia l’amore per il nostro territorio.”

Premio speciale categoria “Bambini” MORGANA CICCONE

 

A tutti i partecipanti è stata consegnata una pergamena ricordo.

 

All’interno della Chiesa parrocchiale di Oste è allestita una mostra con le foto di tutti i presepi in gara. Tutte le foto sono state inoltre pubblicate sulla pagina Facebook “Parrocchia Di Oste”, dove si trovano anche le varie motivazioni dei premi assegnati.

 

Inoltre, ricordiamo che è ancora visitabile in grande presepe artistico di Oste.

Il presepe, che dal 2002 viene realizzato ogni anno dai giovani volontari all’interno della Chiesa parrocchiale di Oste, ricopre oltre 35 mq di superficie, arricchendosi ogni anno di nuovi effetti scenici e sonori, con una minuziosa ed attenta cura dei particolari in grado di colpire l’osservatore più attento, peculiarità da sempre molto apprezzata da coloro che visitano quest’opera.

Il presepe di quest’anno, intitolato “..ma sulla tua parola getterò le reti”, ci porta sulle sponde del lago di Galilea dove Gesù inizia la sua missione invitando i premi discepoli a seguirlo. E’ un presepe che ci parla di vocazione, di accoglienza e di fiducia. Con la sua nascita a Betlemme,  Gesù ci invita ad accoglierlo, sulle rive del lago ci invita a seguirlo; è la rappresentazione di “due Natali”, due scenari diversi, ma con lo stesso invito: avere fiducia in Lui.

 

Dal 2015 il Presepe di Oste è entrato a far parte della rete regionale Terre di Presepi, il comitato di coordinamento promosso da presepisti, associazioni e parrocchie, nel cuore della Toscana in collaborazione con le relative diocesi di appartenenza che ha come scopo quello di valorizzare, promuovere, coordinare e incrementare la tradizione del presepe. Proprio in questo contesto anche il presepe di Oste ha aderito all’iniziativa della “Credenziale del Presepista pellegrino”, una scheda sul quale apporre il timbro dei presepi aderenti visitati, da poter ritirare e timbrare presso ogni presepe.

 

Il grande Presepe artistico di Oste, anche quest’anno patrocinato anche dal Comune di Montemurlo, è visitabile fino al 2 febbraio, tutti i giorni, dalle 9 alle 19 (escluso gli orari delle celebrazioni). Per visite in altri orari, visite guidate e visite di gruppi, contattare la Parrocchia allo 0574/798667 oppure sulle pagine Facebook “Parrocchia di Oste” e “Presepe della Parrocchia di Oste“.

 

La Parrocchia di Oste e gli organizzatori ringraziano tutti coloro che hanno partecipato a questa iniziativa!

Faccionotizia: l’informazione parte da te

Il Tirreno ti offre la possibilità di diventare autore delle notizie sul tuo territorio: per scrivere di cronaca, economia, sport, eventi e molto altro basta entrare a far parte della community. Non limitarti ad essere spettatore dei fatti che ti circondano, raccontali e fai sentire la tua voce!