Montemurlo

Scarico abusivo di rifiuti, rintracciato il responsabile

Dal blog di francescavattiata2

Si tratta di una ditta di divani di Montemurlo condotta da un cittadino cinese, che per liberarsi di scarti di lavorazione (10 metri cubi tra gomma piuma e polistirolo), durante la notte ha scaricato davanti al Centro Alia di via Puccini numerosi sacchi

MONTEMURLO. Ha lasciato abusivamente 10 metri cubi tra gomma piuma e polistirolo, sistemati dentro grandi sacchi, davanti al Centro di Raccolta di Oste e poi è andato via, incurante del fatto che gli scarti di lavorazione sono rifiuti speciali e devono essere smaltiti seguendo le regole. Il responsabile dello scarico abusivo di rifiuti, un cittadino cinese, proprietario di una ditta di divani di Montemurlo,  dopo una lunga e accurata indagine, è stato rintracciato dagli agenti della Polizia Municipale e denunciato.

Le indagini della Polizia Municipale si sono concentrate sull’analisi degli scarti di lavorazione, trovando documenti, nomi e loghi, riconducibili alla ditta montemurlese. Inoltre, fondamentali per arrivare a individuare i responsabili dell’abbandono, sono state le immagini delle telecamere di sorveglianza installate fuori dal Centro di raccolta, che hanno immortalato il momento in cui in via Puccini arriva il furgone e tre dipendenti della ditta, tutti cinesi, scaricano i sacchi con gli scarti. La polizia municipale di Montemurlo ha quindi provveduto a denunciare penalmente il titolare della ditta e gli autori materiali dello scarico per trasporto abusivo e abbandono di rifiuti. Inoltre, gli agenti hanno verificato ulteriori irregolarità nella tenuta dei registri di carico e scarico del mezzo. 

«Il centro di raccolta è un servizio fondamentale per igiene ambientale, ma deve usato correttamente da tutti i cittadini – spiega l’assessore all’ambiente, Simone Calamai – Il Comune di Montemurlo non ha mai abbassato la guardia sul problema degli abbandoni dei rifiuti ed anche in futuro continueremo ad agire e a perseguire i responsabili attraverso l’efficace lavoro della nostra Polizia Municipale. Il Comune di Montemurlo nel 2012 è stato una delle prime amministrazioni pubbliche a dotarsi di un Centro raccolta come completamento dei servizi di raccolta porta a porta e siamo convinti che il servizio rappresenta una ricchezza ed un’opportunità per tutta la comunità». Gli scarti tessili e di lavorazioni artigianali, infatti, sono considerati rifiuti speciali e devono essere trattati da ditte specializzate.

«Il lavoro della polizia municipale è discreto ma costante e i risultati arrivano, come dimostra quest’indagine su un importante abbandono di scarti derivanti da attività artigianali al Centro di raccolta», sottolinea l’assessore alla polizia municipale, Rossella De Masi alla quale fa eco il comandante della municipale di Montemurlo, Gioni Biagioni «A fianco di questa attività sono stati predisposti controlli in abiti borghesi che hanno portato in pochi appostamenti ad individuare ben 5 autori di illeciti, in questo caso amministrativi trattandosi di privati cittadini, controlli che continueremo in modo costante, anche per tutelare tutti quei cittadini che conferiscono i rifiuti in modo corretto».

04/07/2018