Montemurlo

“Montemurlo disegna il suo futuro” e dà avvio al processo partecipativo del PG1

Contributo di comunemontemurlo


La presentazione del percorso si svolgerà venerdì 16 ottobre ore 18 alla Sala Banti. I cittadini avranno la possibilità di definire funzioni e servizi del grande centro civico, che nascerà nell'ex campo di calcio

Nella foto da sinistra: l'arch. Pignaris, l'assessore De Masi, il sindaco Lorenzini e l'architetto del Comune di Montemurlo, Daniela Campolmi

“Montemurlo disegna il suo futuro” e dà avvio al processo partecipativo, che chiama i cittadini a dire la loro sul destino di un’area strategica per la città: l’ex campo sportivo, conosciuto da tutti come il Pg1. Uno spazio libero di oltre 24 mila metri quadrati, di proprietà comunale, nel cuore di Montemurlo, sul quale si gioca lo sviluppo sociale della città. Il primo incontro si svolgerà venerdì 16 ottobre alle ore 18 alla Sala Banti (piazza della Libertà) con la presentazione del percorso di partecipazione e l’illustrazione delle modalità per portare il proprio contributo di idee e sollecitazioni.
Il processo partecipativo coinvolgerà tutta la cittadinanza, le associazioni e le scuole di Montemurlo e vuole individuare le strategie di rilancio territoriale, facendo particolare attenzione ai bisogni dei più giovani.
Le varie idee saranno poste a confronto e approfondite in un laboratorio progettuale aperto a tutti i cittadini dove, seguendo apposite metodologie (definite in una legge regionale), si elaboreranno idee e strategie per restituire un centro e un’identità a un agglomerato urbano, oggi è percepito più come sobborgo residenziale e produttivo di Prato che come un centro urbano.
« Questo è il momento di decidere il futuro di Montemurlo. – ha sottolineato il sindaco Mauro Lorenzini – Il pg1 è uno degli elementi qualificanti del mio mandato ed oggi, in concomitanza anche con la ridefinizione del piano strutturale, è giunto il tempo per dare la parola ai cittadini e di fare delle scelte strategiche condivise per la qualificazione di quest’area. Inoltre, esiste una reale possibilità di finanziamento delle linee guida che emergeranno dal processo partecipativo ( linee guida che poi saranno sviluppate da un punto di vista architettonico tramite un concorso d’idee n.d.r. ), grazie ad uno specifico bando europeo per la riqualificazione delle periferie, al quale parteciperemo con il Comune di Montale. Se questa possibilità non dovesse concretizzarsi abbiamo comunque un “piano b”, che vedrà la realizzazione del piano per “fasi” ».
Il Comune di Montemurlo, infatti, vuole cogliere la possibilità di concorrere al bando “Progetti di innovazione urbana -PIU” che la Regione Toscana ha emanato per attuare il Programma Operativo Regionale (POR). Si tratta di un canale di finanziamento legato ai fondi strutturali europei per il periodo 2014-2020 che ha come obiettivo lo sviluppo urbano sostenibile. Per partecipare al bando l’amministrazione vuole elaborare un progetto di sviluppo locale e rigenerazione urbana composto da un insieme coordinato di azioni e interventi, finalizzati a risolvere problemi di tipo sociale, economico e ambientale, valorizzando i punti di forza e le risorse del territorio.
Le proposte dei cittadini più condivise e coerenti con le direttive di finanziamento, costituiranno le linee guida del progetto di trasformazione che il Comune candiderà al bando regionale PIU. « Il progetto partecipativo rompe con il passato e adotta un nuovo sistema di condivisione delle scelte. – spiega l’assessore alla partecipazione, Rossella De Masi- Il tema centrale sarà la creazione di un vero centro civico, baricentrico rispetto alle altre zone, e capace di dare risposte e di intercettare i bisogni dei giovani e della cittadinanza in genere. L’invito a tutti i cittadini di Montemurlo è quello di portare il proprio contributo di idee e bisogni. In questi mesi avremo tante occasioni d’incontro e confronto: questo è il momento giusto per partecipare».
Nello specifico Comune di Montemurlo intende costruire il progetto da candidare al bando europeo intorno a tre temi principali:una nuova centralità urbana, cioè l’opportunità offerta dall’ex campo sportivo di dare un vero centro a Montemurlo; una nuova scuola, (ad esempio:dove dovrà nascere la nuova scuola di via Rosselli, oggi “schiacciata” dal traffico?); una nuova viabilità dell’area, individuando “direttrici” ciclo-pedonali per collegare i punti strategici del paese: la scuola, il mercato, il municipio, Villa Giamari, fino ad ipotizzare di collegare il nuovo centro con le aree verdi esistenti tra Oste- Montemurlo- Bagnolo, nonché Montale.
C’è tempo fino alla fine di dicembre 2015 per presentare il progetto di finanziamento europeo, per questo in questa prima fase il processo di partecipazione si concentrerà esclusivamente sull’area dell’ex- campo sportivo. Da gennaio 2016, invece, inizierà la discussione sul destino dell’ex- Fabbrica Rossa nel centro di Oste
Gli appuntamenti del percorso partecipativo – La gestione del processo partecipativo è stata affidata a “Cantieri animati” dell’architetto Chiara Pignaris, che vanta una lunga esperienza nel settore. Da ora a dicembre in calendario sono previsti numerosi incontri di partecipazione e “Punti di ascolto” (al mercato, nelle scuole, in piazza ecc..) per informare e raccogliere le proposte dei cittadini. Sono già stati organizzati anche dei laboratori “progettuali” con le classi terze medie e con le classi quarta e quinta del liceo “Brunelleschi” per capire come i ragazzi vivono il territorio ed intercettare i loro bisogni e le loro idee. I laboratori di partecipazione cercheranno di dare una visione e una strategia condivisa sul futuro dell’ex-campo sportivo. Da mettere, poi, in agenda il 7 novembre, data della “camminata interattiva”, una vera e propria visita dentro l’area del campo sportivo per rendersi conto delle reali dimensioni dello spazio. È inoltre possibile partecipare alla discussione on-line, iscrivendosi alla “Stanza della partecipazione” dedicata al progetto sul portale di Open Toscana:
http://open.toscana.it/web/partecipa/elenco-stanze
Per iscriversi agli appuntamenti o avere maggiori informazioni sul percorso si può contattare Lucia De Stefani telefono 0574 – 558335 (orario 9 – 13) mail: lucia.destefani@comune.montemurlo.po.it

Gli appuntamenti della partecipazione:
Venerdì 16 ottobre – Presentazione del percorso
ore 18 Anfiteatro Sala Banti, P.zza della Libertà

Martedì 20 ottobre – Punto d’ascolto al mercato
dalle 9 alle 12 in piazza della Costituzione

Venerdì 23 ottobre – Punto d’ascolto alle scuole
dalle 12.30 alle 16.30 presso la scuola di Novello

Mese di ottobre – Laboratori con le scuole
presso Centro Giovani, P.zza Don Milani

Mercoledì 4 novembre – Laboratorio progettuale
ore 18 Centro Giovani, Piazza Don Milani

Sabato 7 novembre – Camminata interattiva
ore 10 partenza da Piazza del Municipio

Mercoledì 11 novembre – Laboratorio progettuale
ore 18 Centro Giovani, P.zza Don Milani

Sabato 14 novembre – Tavolo d’ascolto in piazza
dalle 10 alle 17 in Piazza della Libertà

Mercoledì 18 novembre – Laboratorio progettuale
ore 18 Centro Giovani, P.zza Don Milani

Sabato 19 dicembre 2015 – Presentazione degli esiti
ore 15 Anfiteatro Sala Banti, P.zza della Libertà

Faccionotizia: l’informazione parte da te

Il Tirreno ti offre la possibilità di diventare autore delle notizie sul tuo territorio: per scrivere di cronaca, economia, sport, eventi e molto altro basta entrare a far parte della community. Non limitarti ad essere spettatore dei fatti che ti circondano, raccontali e fai sentire la tua voce!