Carmignano

Torna il capodanno cinese a Seano, una tradizione inaugurata nel 2012

Dal blog di walterfortini

La sfilata attesa domenica 17 febbraio dalle 14 in poi

Un momento della sfilata in una delle passate edizioni

CARMIGNANO. L’anno scorso la festa non ci fu. Domenica 17 febbraio, grazie all’associazione buddista della comunità cinese, il Capodanno cinese tornerà invece ad animare le vie della zona industriale di Bocca di Stella a Seano. Un pomeriggio all’insegna della tradizione e del folclore, ma anche della contaminazione e dell’integrazione, principale obiettivo fin da quando, nel 2012, l’amministrazione comunale ha iniziato a patrocinare l’evento spingendo perché diventasse una festa di tutti.

Quell’anno, nel 2012, faceva un gran freddo, ma il pubblico non mancò (qui la fotogallery). L’anno successivo la festa fu baciata da una giornata già primaverile e lo stesso nel 2014 (qui la fotogallery e il servizio): un corteo di dragoni, ballerini e percussionisti, mortaretti, drappi e tappetti di stoffa rossa, ma anche tavoli di nuvole di drago e involtini primavera accanto a cenci e schiacciate fiorentine, italiani (magari vestiti da carnevale) e cinesi assieme, nel segno della contaminazione. Allora il corteo attraversò gran parte del paese. Nelle ultime edizioni (ed anche in questa alle porte) la festa si concentrerà nelle vie attorno a Bocca di Stella. Una carosello di colori, suoni e riti ben auguranti per dire addio all’anno del cane e salutare arrivo dell’anno del maiale. Uno zodiaco di dodici segni, uno per ogni anno e poi tutto daccapo.

Quello cinese è un calendario lunare. L’inizio dell’anno, nel 2019 il 5 febbraio, non capita così sempre nello stesso giorno e stesso mese. Può oscillare fino a quattro settimane, un po’ come la nostra Pasqua.

I cinesi in genere festeggiano l’ultimo giorno dell’anno in famiglia “E ai bambini – raccontano nella folta comunità cinese dei Seano, almeno seicento cittadini di origine orientale – è tradizione consegnare delle buste rosse con all’interno dei soldi”. Perché sia di buon auspicio la somma deve essere pari e se la cifra termina in “otto” è ancora meglio, numero considerato dai cinesi particolarmente fortunato. E’ un po’ come il Natale per gli occidentali. Poi – in genere quindici giorni dopo il capodanno vero e proprio, dopo aver buttato via (anche in Cina) le cose vecchie – arriva la sfilata che conclude con la festa della lanterne la festa di primavera: un chiassoso ma suggestivo carosello.

La sfilata di Seano partirà alle 14 da via Torricelli e proseguirà per quattro ore, attraverso via Copernico, via Ficarello, via Galilei, via Meucci e di nuovo via Copernico, fino a campo sportivo. Uno spettacolo da non perdere. Approfittatene per toccare il naso al drago: porta fortuna. E magari assaggiate il nian gao, un dolce di riso agglutinato, o lo yuanxiao, gli gnocchi di riso dolce, che i cinesi usano mangiare in questo periodo.