Carmignano

Carmignano si anima con l’Antica fiera

Dal blog di walterfortini

Dal 1 al 4 dicembre saranno protagonisti enogastronomia e prodotti tipici. in programma anche spettacoli teatrali, presentazioni di libri, laboratori, mercati natalizi. La festa proseguirà con altri eventi fino al 9 dicembre

Con la fiera animali da cortile in piazza

CARMIGNANO. Ci saranno gli animali da cortile in mostra, tornati da alcune edizioni. Si potrà anche provare a mungere una mucca. Ci saranno le bancarelle con chicchi e brigidini tipici di ogni festa, ma anche le tante eccellenze locali: i fichi secchi, il vino e l’olio, con tanto di concorso con giuria popolare per le migliori produzioni biologiche. Un grande mercato a cielo aperto. E poi esibizioni di cucina in piazza, spettacoli di teatro e musica, laboratori, incontri a tema sul cioccolato al tempo dei Medici e sulle api. Ci sarà anche occasione di fare trekking.

Torna l’Antica fiera di Carmignano, che animerà il capoluogo sabato e domenica, 1 e 2 dicembre, e poi ancora martedì 4, quando a chiudere la festa sospesa tra tradizione e innovazione non mancheranno i fuochi di artificio, alle 18.30 dalla Rocca. Ma gli eventi proseguiranno anche dopo, fino al 9 dicembre. “Abbiamo voluto riportare la fiera agli antichi splendori” sottolinea orgogliosa l’assessore alla cultura di Carmignano, Stella Spinelli. “La fiera rappresenta un’opportunità di incontro e un veicolo importante per diffondere i prodotti tipici e rilanciare lo sviluppo turistico del nostro territorio” aggiunge il sindaco Edoardo Prestanti. “Insieme all’amministrazione abbiamo deciso di valorizzare uno dei prodotti tipici del nostro territorio, l’olio, promuovendo il primo concorso dedicato all’olio biologico dove a decretare il vincitore saranno persone comuni e non professionisti – spiega il presidente della Pro Loco Carlo Attucci – Con le donne di “Io Creo” organizziamo anche un mercatino di Natale, tutto al femminile”. L’appuntamento,in questo caso, sarà il 1 e 2 dicembre dalle 10 alle 19 nelle ex Cantine Niccolini.

Un tempo l’antica fiera era il classico mercato agricolo e del bestiame, il momento in cui anche i mezzadri con minori possibilità economiche compravano qualcosa di non strettamente necessario. Le botteghe si approvvigionavano di mercanzie, mentre per bambini e ragazzi voleva dire una piccola somma da spendere in giochi e dolci. Era un po’ come il Natale. Nel corso del tempo l’Antica fiera si è poi trasformata in una bellissima festa di piazza con tante curiosità e un po’ di amarcord, e soprattutto in una vetrina turistica per il paese. Una grande tavola imbandita, l’occasione in cui Carmignano è pronto ad indossare il vestito più bello. E così è ancora oggi nella settimana che comprenda il primo martedì di dicembre.

Oltre al concorso con giuria popolare dell’olio biologico – campioni da presentare entro il 6 dicembre alla Pro Loco ed assaggi l’8, ma con un convegno già il 1 dicembre -, oltre agli animali da stalla e da cortile circondati da trattori d’epoca che animeranno la vecchia aia dell’ex Santa Caterina, torneranno le esibizioni di falconeria che piacciono tanto ad adulti e bambini. Ci saranno gli stand con bomboloni e migliacci e negozi e forni naturalmente aperti. In piazza si susseguiranno tre esibizioni di cucina, dove chef locali ed appassionati di cucina rivisiteranno ricette tradizionali in chiave moderna: apre le danze sabato alle 17.30 Claudio Vicenzo di Delizia Ricevimenti, quindi domenica alle 17.45 sarà la volta della flood blogger di Seano Coralba Martini (LINK) per chiudere martedì 4 alle 17.30 con Giovanni Bellini della storica biscotteria “I’ Fochi”, che preparerà cantucci e amaretti ai fichi.

Sabato 1 dicembre il gruppo Attivamente propone alle 16 un seminario sulla cioccolata al tempo del granduca dei Medici Ferdinando I, quello della villa di Artimino. Alle 16.30 e alle 17.30 al Museo del Vino l’associazione Pandora organizza laboratori dove i bambini potranno creare oggetti natalizi riciclandone altri: la partecipazione è gratuita. Domenica 2 dicembre alle 15.30 si presenta il volume “Carmignano. Il vino dei Medici e dei Lorena” a cura di Paolo Gennai. Ogni giorno ci sarà spazio per il teatro con spettacoli per bambini. Dal 1 a 9 dicembre si potranno ammirare anche due mostre di fotografia: di Aldiviero Capuccini in sala consiliare e di Sabrina Madiai, con sculture di Antonella Nannicini, nella sede So.ri. Il 7 dicembre alle 21 ancora in sala consiliare sarà di nuovo messo in scena lo spettacolo “Sicure splendon le stelle …” dedicato a Cosimo II dei Medici.