Carmignano

Più veloci su internet, si allarga la ragnatela della fibra ottica nel comune

Dal blog di walterfortini

Tim ha realizzato un investimento da 350 mila euro. La Regione, entro il 2020, cablerà anche le aree dove i gestori giudicano non conveniente intervenire

CARMIGNANO. La fibra ottica sbarca a Carmignano. Poi sarà la volta di Comeana. Il cavo dove i bit scorrono veloci non arriverà ancora sotto casa: si fermerà agli armadi in strada disseminati sul territorio, diciassette sono stati collegati con la fibra ottica alla centrale. Ma tanto basterà per sfrecciare su internet fino a 200 megabit al secondo in download: più veloci chi l’armadio l’ha vicino casa, via via più lenti gli altri, in misura proporzionale alla distanza. Un salto di qualità per imprese e cittadini, che potranno sfruttare meglio i servizi on line: per lavorare, per divertirsi, per controllare il territorio con telecamere intelligenti o per muoversi su bus intelligenti, per parlare con la pubblica amministrazione. Seduti magari nel salotto di casa.

Tim ha investito oltre 350 mila euro per portare la fibra ottica dove nel comune mediceo oggi non c’era. La Regione, da qui al 2020, completerà l’opera cablando le cosiddette zone a fallimento di mercato, quelle cioè dove i gestori privati dichiarano di non essere interessati ad investire perché troppa la spesa rispetto ai possibili ricavi: i cantieri nella vicina Poggio a Caiano si sono aperti la scorsa estate.

“Siamo riusciti a portare la banda ultralarga in quasi tutto il territorio – fanno sapere da Tim -, collegando 4500 unità immobiliari grazie alla posa di oltre 15 chilometri di cavi in fibra ottica”. A Carmignano si potranno attivare contratti fin dal mese di ottobre. Nella sola Comeana la vendibilità slitterà un po’, entro la fine dell’anno.

“Siamo soddisfatti – commenta il sindaco Prestanti – Finalmente con l’arrivo della banda superveloce a Carmignano e Comeana si va a completare ed incrementare la presenza della fibra sul nostro territorio, già presente a Seano e Bacchereto, dando la possibilità ai nostri concittadini di navigare sul web in maniera efficace. Ma soprattutto si potenzia la vocazione turistica del nostro territorio, che ha nell’utilizzo degli strumenti web un importante elemento di competitività”.

“Rendere il nostro territorio più moderno significa portare avanti l’idea del buon vivere che da sempre ha contraddistinto gli obiettivi dei questa amministrazione – chiosa l’assessore ai lavori pubblici, Stefano Ceccarelli – E ne beneficeranno anche le aziende, per essere più competitive nel mercato globale”.