Vernio, Vaiano, Carmignano

Vernio: anno nuovo e vecchi problemi

Contributo di francocastorina

Lettera al 2018

Caro nuovo anno 2018 ,

ti scriviamo per salutarti e offrirti il ben venuto qui a Vernio, come è buon uso per il nuovo che arriva.

Appena sarai giunto ti renderai subito conto del clima di speranza e di buoni propositi nel cuore di moltissimi di noi.

Il merito è degli anni che ti hanno preceduto, dal 2014 al 2017, che sono volati via senza lasciare un minimo segno positivo del loro passaggio.

Ecco perché ci teniamo molto a fornirtene un elenco, non esaustivo, s’intende, in maniera tu possa “orientarti” meglio durante i prossimi 365 giorni di permanenza.

Abbiamo, ad esempio, il complesso scolastico Pertini, non più adeguato a molte norme (di sicurezza, igiene, sismiche, ecc), con parcheggi insufficienti e soprattutto priva di un camminamento pedonale protetto e sicuro per gli studenti  accedono a piedi.

Tale complesso, cresciuto in più momenti, è stato costruito sulla sommità di una collinetta – con strada di accesso a senso unico a forte pendenza, (rischio neve e ghiaccio nei periodi invernali) ma non è idea di Mordillo1.

Ti sconsigliamo di passare a piedi dalla frazione di Terrigoli che si affaccia sulla SP 325 perché priva di marciapiedi.

Vero è che di tutte le promesse dei tuoi predecessori, dal 2014 ad oggi, si è avverata soltanto l’installazione di un pannello che indica la velocità della vettura in marcia ma  soltanto nella direzione verso Prato. Verso casa , è noto, si torna in fretta.

Ecco il perché del nostro suggerimento. Per evitare che il 2018 possa diventare un anno corto, anzi cortissimo.

A Mercatale di Vernio, a breve,  si aggiungerà il problema dei trasporti ferroviari con fasce orarie limitate che precluderà, a molti di noi, l’utilizzo del treno a favore degli spostamenti su ruote. Quindi, più consumi, più inquinamento, più tempo perso. Certamente più arrabbiature e meno tempo libero.

A proposito, se vorrai passeggiare verso la stazione portati dietro una sedia su cui fermarti un attimo, visto che le panchine esistenti prima dell’aumento del numero dei posti di parcheggio, non sono state più ripristinate nonostante varie richieste.

Per eventuali tuoi spostamenti lungo il territorio di Vernio non devi preoccuparti (quasi) di nulla. Puoi andare spedito, parcheggiare dove vuoi, curve e/o strisce pedonali comprese. Non incontrerai quasi mai alcun vigile (occhio al primo martedì del mese: pulizia strade)

Questa libertà l’abbiamo ereditata dai tuoi predecessori che hanno ridotto all’osso l’ufficio della Polizia Municipale così come non esiste più la Forestale. Pare che non succeda mai niente a Vernio , invece….

Di quanto sopra puoi sincerartene direttamente presso il Comando dei CC. Sempre se riuscirai ad intercettarli nel loro importante lavoro di controllo di un territorio di 63 Kmq e circa 93 persone per Kmq.

Tieni a mente che non esiste più l’isola ecologica dove, sino a qualche mese conferivamo i rifiuti ingombranti e non solo. E’ stata chiusa dal 2017 senza neanche prevedere un’altra area disponibile né il disagio che sta causando a molti di noi .

Altri invece renderanno grazie al 2017 perché ha dato loro la libertà di disperdere i rifiuti per l’ambiente. Boschi, torrenti o laghi, va bene tutto.

Come gia premesso l’elenco è volutamente parziale, lo ammettiamo, ma è soltanto per il tuo bene e per non permetterti di lasciarci a metà dell’anno con in mano un pugno di mosche.

E poi, carissimo 2018, potrai beneficiare di tanti servigi che l’ex Meucci (circa 600mila euro il costo della sua ristrutturazione) fornisce ogni anno: dalle mangiate alle varie feste: del miele, della castagna, del tortello.

Se, malauguratamente, vorrai vedere un film oppure suonare con la tua band oppure creare altri tipi di contest dovrai abituarti ad andare a Prato. Ovviamente non col treno… e neppure con la metropolitana di superficie.

Un caloroso abbraccio di benvenuto

Franco Castorina

1v.foto

Faccionotizia: l’informazione parte da te

Il Tirreno ti offre la possibilità di diventare autore delle notizie sul tuo territorio: per scrivere di cronaca, economia, sport, eventi e molto altro basta entrare a far parte della community. Non limitarti ad essere spettatore dei fatti che ti circondano, raccontali e fai sentire la tua voce!