Carmignano

E il vino di Carmignano diventa un film

Dal blog di walterfortini

A Calici di stelle la proiezione in anteprima del documentario di Simone Ducci

CARMIGNANO. Un documentario sul vino e sull’arte dell’uomo, che crea “il bello” e che modella un paesaggio che sembra immutato nei secoli ed invece non lo è. A “Calici di Stelle” in Rocca, dal 5 al 10 agosto, sarà presentato quest’anno un documentario sul vino di Carmignano, sulla tradizione che all’inizio era innovazione. L’ha realizzato il giovane videomaker pratese Simone Ducci. Tra gli attori, tutti non professionisti, l’ex assessore alla cultura di Carmignano Fabrizio Buricchi, Ilaria Mercaldo e Bruno Caverni, presidente dell’associazione sommellier di Prato.

“L’idea è nata da un ragazzo, che ora è sommelier, che aveva visto un video che avevo realizzato sulla Gualchiera e il tessile a Prato – spiega Simone –. Mi ha proposto di fare qualcosa sul vino e ho accettato”. Ne è venuto fuori “Il Maestro diVino”, un video di quaranta minuti che promuove anche la bellezza del territorio. Costo: appena seicento euro.

La storia è presto raccontata. Lorenzo, un fattore interpretato da Fabrizio Buricchi, gestisce vigne e tenute intorno a Carmignano. Arriva d un certo punto Elena, interpretata da Ilaria Mercaldo: una studentessa di enologia che deve fare un tirocinio. Lorenzo la porta in giro per tutto il territorio di Carmignano e il filo conduttore è dato dalla narrazione di Giovanni Cipriani, professore di storia moderna all’Università di Firenze. Il finale è a sorpresa e l’autore non lo svela.

“Un bel progetto sul quale sia io che l’assessore di Poggio a Caiano Giacomo Mari abbiamo creduto e puntato fin da subito – commenta l’assessore alla cultura di Carmignano Stella Spinelli – . Un’occasione importante per far conoscere e far apprezzare sempre di più il nostro territorio e le sue eccellenze”.

Il progetto si avvale del patrocinio e del contributo dei Comuni di Carmignano e di Poggio a Caiano, con il sostegno e la collaborazione del Ministero dei beni e attività culturali e del turismo, dell’Associazione sommelier Toscana e dell’Accademia dei Georgofili.