Carmignano

Donne creative (e uomini) in piazza con “Io Creo” per la festa del papà

Dal blog di walterfortini

Le bancarelle animeranno il 19 marzo il centro di Carmignano e le ex Cantine Niccolini per tutto il giorno. Previsto anche un laboratorio di pasticceria per bambini

Alcune delle donne di "Io Creo"

CARMIGNANO. Domenica densa di appuntamenti questa settimana nel capoluogo del comune mediceo. Non c’è infatti solo la mostra sulla Catalogna bombardata, che già da sola poteva meritare una gita fuori porta, e la seconda delle due presentazioni di libri dedicati alla guerra civile spagnola, in particolare sui volontari antifascisti pratesi che ottanta anni fa vi presero parte.

Le ex cantine Niccolini che si aprono sulla centralissima piazza Matteotti di Carmignano e lo spazio immediatamente fuori si animeranno infatti il 19 marzo da mattina a sera, dalle 10 alle 19, di banchi carichi di bijoux, ricami, decorazioni floreali, oggetti nati dal riciclo e poi ancora creazioni di stoffa, pittura e tante altre idee. E’ l’appuntamento di primavera dedicato alla creatività al femminile, protagoniste trentasei delle oltre cinquanta donne di “Io Creo”, artigiane e artiste per passione, tutte di Carmignano e di tutte le età, che dopo tre anni vissuti sotto l’egida del Comune da qualche mese si sono costituite come gruppo all’interno della Pro Loco.

Ma stavolta c’è una novità: per questa edizione, che coincide con la festa del papà, esporranno anche alcuni uomini artisti e artigiani. Mai era successo. L’idea originaria dell’iniziativa, nata al femminile, non sarà stravolta: “Io creo” rimarrà donna. La ricerca di nuovi e diversi talenti maschili potrebbe però magari sfociare in qualcos’altro.

Il primo mercato di “Io Creo” sbarcò in piazza a Carmignano per la festa della donna del 2014. “Le donne che partecipano da tre anni all’iniziativa si dedicano all’artigianato e all’arte per arrotondare qualcosa rispetto al loro lavoro oppure perché sentono questa passione come un desiderio interiore”, spiega Sofia Toninelli, da settembre consigliere della Pro Loco e che da assessore in Comune ha tenuto a battesimo nel 2014 l’iniziativa. Quando il progetto è partito il gruppo era costituito solo da venti donne, adesso sono quasi triplicate: chiamate più volte come ospiti anche fuori dai confini comunali.

La domenica carmignanese offre soddisfazione anche per il palato. I più golosi, oltre a tuffarsi tra gli stand delle artigiane e degli artigiani, potranno approfittare delle leccornie portate in piazza per l’occasione dalla Misericordia di Carmignano e dai rioni del San Michele Bianco e Giallo. Si potranno anche acquistare le frittelle di San Giuseppe, immancabili per la festa del papà.

I più piccoli si potranno invece divertire a ‘pasticciare’ e preparare marshmallow. All’interno del Museo della vite e del vino, anche questo da visitare e ad accesso gratuito, l’associazione culturale Pandora di Seano propone nel pomeriggio un laboratorio rivolto ai bambini da quattro a dieci anni. I genitori potranno tranquillamente affidare i figli alle animatrici e girare con tutta calma per il mercato. Partecipare costa 10 euro e si può prenotare (o semplicemente saperne di più) telefonando a 370.3456824 oppure scrivere a sevi.pandora@gmail.com.