Poggio a Caiano, Carmignano

Un convegno sulle strategie e le opportunità per il Biodistretto del Montalbano

Dal blog di giuliacatarzi

Durante la due giorni ci saranno 8 tavoli di lavoro su tematiche importanti come il turismo, l'agricoltura, i pesticidi, le mense scolastiche

POGGIO A CAIANO. “Montalbano in transizione”, questo il titolo del convegno che si svolgerà il 21 e 22 gennaio prossimi a Villa La Magia di Quarrata e che avrà come tema le strategie e le opportunità per il Biodistretto del Montalbano. Per la due giorni, che ha fra i suoi organizzatori anche il Comune di Poggio a Caiano, ci saranno 8 tavoli di lavoro su tematiche importanti come il turismo, l’agricoltura, i pesticidi, le mense scolastiche.

Si inizierà sabato 21 gennaio alle 9 con i saluti istituzionali, per procedere poi con la discussione circa “Uno scenario possibile per il Montalbano” grazie ai seguenti interventi: “Verso un progetto integrato di territorio per il Biodistretto del Montalbano” di Daniela Poli (Dipartimento di Architettura Unifi); “Il Biodistretto come strumento partecipato di governo del territorio” con Giovanni Belletti (Dipartimento di Scienze per l’Economia e l’Impresa, Università di Firenze); “La gestione sostenibile del patrimonio forestale”, curato da Iacopo Bernetti (Dipartimento di Gestione dei Sistemi Agrari, Alimentari e Forestali Università di Firenze); “Esperienze di superamento dell’uso dei pesticidi in agricoltura” di Camilla De Nardi (PAN-Europe); “Dall’agroecologia alla transdisciplinarità”, attraverso il contributo di Stefano Bocchi (Dipartimento di Scienze Agrarie e Ambientali – Produzione, Territorio, Agroenergia, Università di Milano); “Politiche e azioni regionali per il Biodistretto” di Antonino Mario Melara, (Responsabile settore agroambiente e sostegno allo sviluppo delle attività agricole, Regione Toscana). Alle 13 seguirà una degustazione con specialità biologiche del Montalbano a cura delle aziende agricole biologiche locali.

Si riprenderà alle 14.30 con i Tavoli di lavoro sul Montalbano. Queste le questioni su cui si cercherà di riflettere: “Quale nuova ruralità, economie locali e stili di vita per il sistema socio territoriale del Montalbano”, “Come valorizzare il turismo enogastronomico, rurale e paesaggistico del Montalbano?”, “Quali agricolture per sostenere la transizione del Montalbano?”, “La garanzia partecipata può essere un modello praticabile nel Montalbano?”, “Quale alternativa ai pesticidi nel Montalbano?”, “Il sistema agroalimentare locale: il ruolo cruciale delle mense pubbliche”, “Il territorio fabbrica di energia / Verso zero rifiuti”, “Quale strumenti, quale normativa per il territorio aperto che incentivi il ritorno alla terra?”.

La giornata si concluderà con 20,30 una Cena Sociale con specialità biologiche del Montalbano a cura delle aziende agricole biologiche locali, in collaborazione con l’Associazione Parco Verde di Quarrata. Per questa, svolta presso i locali del Circolo Ricreativo Arci Olmi di via Galigana 417 a Quarrata, è richiesta la prenotazione obbligatoria entro giovedì 19 gennaio al 3475454637.

Domenica 22 gennaio dalle 9 alle 13 si svolgerà invece un convegno gratuito e aperto a tutti ma con prenotazione obbligatoria. Introdurrà e coordinerà il Prof. Alberto Magnaghi (professore emerito in pianificazione territoriale, Unifi). Dopo una sintesi degli 8 tavoli di lavoro a cura dei portavoce, si passerà a una discussione strutturata sui temi emersi con tutti i partecipanti. Infine, è in programma una tavola rotonda con i rappresentanti dei Comuni del Montalbano: Sandro Piccini (Direttore CIA area Metropolitana), Chiara Gensini (Responsabile Coldiretti Valdelsa fiorentina), Enrico Roccato (Fiduciario Condotta Slow Food Empolese-Valdelsa), Daniele Manetti (Presidente Legambiente Quarrata), Vittorio Contini Bonacossi (Presidente dell’Associazione per il Biodistretto del Montalbano).