Vernio, Vaiano, Cantagallo

Maltempo, pioggia record in vallata ma la situazione è sotto controllo

Dal blog di fabriziaprota

Forti precipitazioni in alta valle. A Gavigno 196 millimetri di pioggia in 24 ore. Alcuni smottamenti, un albero caduto a Montepiano, un palo del telefono spezzato a sud di Fossato, breve blackout a Mercatale. Le associazioni di volontariato all’opera nella notte. Bisenzio oltre il 2° livello di guardia all’alba a Gamberame, poi sceso

L'intervento dei vigili del fuoco volontari di Vaiano a Carmignanello (foto Facebook)

VALBISENZIO. Preoccupazione in Valbisenzio nella nottata appena trascorsa, tra venerdì 1° e sabato 2 febbraio, per le forti precipitazioni. In 24 ore a Gavigno sono caduti 196 millimetri di pioggia, 124 a Cantagallo e 161 a Vernio (a titolo d’esempio, in tutto il 2017 a Vernio i millimetri di pioggia caduti sono stati 1.550, perciò in poche ore si è abbattuto oltre il 10% della pioggia totale media annua). A cui va aggiunta la neve caduta i giorni scorsi (per fortuna non in enorme quantità) che, a causa del brusco innalzamento delle temperature, si è sciolta.

La maggiori difficoltà si sono registrate in alta valle, dove le precipitazioni sono state più abbondanti. A Montepiano un grosso faggio è caduto in nottata sulla strada poco più avanti della Badia, isolando un agriturismo e alcune abitazioni. Per le condizioni meteo troppo rischiose, non è stato possibile rimuovere l’albero e ripristinare la viabilità prima della mattina, quando l’intensità della pioggia è diminuita. Qualche disagio anche a Mercatale, dove nella serata di venerdì 1 alcuni cittadini sono rimasti senza corrente elettrica a causa di un blackout, ripristinato in poco più di mezz’ora. Sempre nel Comune di Vernio, lungo le strade si sono verificati alcuni lievi colamenti di detriti e qualche tombino si è intasato per il fogliame caduto, cose che hanno richiesto interventi in nottata – grazie a Vab Valbisenzio, Croce Rossa e Misericordia, che hanno inoltre monitorato della situazione – ma non ci sono state conseguenze sulla circolazione.

«La precipitazione è stata straordinaria, ma il territorio ha retto bene – commenta il sindaco di Vernio Giovanni Morganti –. Segno che gli interventi idraulici degli ultimi anni (realizzati dal Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno insieme all’Unione dei Comuni, per 5,5 milioni di euro in 5 anni ndr) sono stati efficaci. Quello delle scorse ore è stato un bel test soprattutto per quei punti che storicamente davano problemi ma che stavolta, grazie ai lavori, non hanno destato preoccupazioni».

Il maltempo ha avuto qualche conseguenza anche a Cantagallo. A Gavigno in serata si è verificata una frana sulla sp 2, che ha richiesto l’intervento della ditta incaricata per liberare la strada, ed un’altra a Fossato. I vigili del fuoco volontari del distaccamento di Vaiano sono inoltre intervenuti poco più a nord di Gavigno, verso Fossato, per liberare la strada da alcuni cavi telefonici che, a causa della rottura di un palo, ingombravano la carreggiata, poi in via Riallese (a Carmignanello) per uno smottamento, oltre che per il monitoraggio di alcuni fossetti in alta valle. Qualche preoccupazione, visto il livello del Carigiola, per il ponte tra la sp 2 e via San Quirichello, verso Sant’Ippolito.

Nessuna criticità registrata a Vaiano, dove le precipitazioni sono state minori. Tuttavia a preoccupare nel Comune più a sud della vallata – che inevitabilmente raccoglie le acque provenienti dalle montagne a nord – durante la notte è stato il livello del Bisenzio: la stazione “Vaiano/Gamberame” ha registrato la punta massima di piena alle 6, con un livello di 11 centimetri sopra la seconda soglia di attenzione (2,80 metri), che è poi sceso per attestarsi, alle 10, poco sopra la prima soglia di attenzione (1,80 metri). Per le prossime è attesa una diminuzione delle precipitazioni.