Vernio, Vaiano, Cantagallo

All’Archivio di Stato via alla mostra sulle “Antiche Villeggiature” in Valbisenzio

Dal blog di fabriziaprota

Visibili fino al 22 settembre foto, cartoline, documenti, mappe e oggetti che ripercorrono la storia del turismo a Montepiano e in vallata tra ‘800 e ‘900. Esposti al pubblico per la prima volta i pezzi dell’archivio del Cai

Da sinistra, Lorenzoni del Cai, il personale dell'Archvio di Stato col vicedirettore Meoni, Marchi (Annalisa) e Cecconi del Cdse e l'assessore Lucarini di Vernio presentano la mostra "Antiche Villeggiature"

Si è aperta lunedì 10 settembre all’Archivio di Stato di Prato la mostra “Antiche Villeggiature – Val di Bisenzio e Montepiano fra Ottocento e Novecento”. L’esposizione, promossa dall’Archivio con la Fondazione cdse in collaborazione con la sezione Bertini del Cai di Prato, racconta attraverso documenti originali – fotografie, cartoline, mappe, guide turistiche e anche oggetti – l’epoca d’oro del turismo borghese in Valbisenzio, tra ‘800 e ‘900. Quando Montepiano in particolare e la vallata in generale erano la meta turistica prediletta per il “buen retiro” delle ricche famiglie fiorentine, oltre che pratesi, e anche di artisti e intellettuali stranieri.

«Sono diversi i motivi che nella “belle époque” resero la Valbisenzio protagonista di un boom turistico – spiega la direttrice della Fondazione cdse Alessia Cecconi –: il miglioramento della strade e dei trasporti (in seguito all’unità d’Italia) ma anche un interesse per la natura proveniente dalla cultura romantica e da quella positivista, legata ai temi dellasalute».

Numerosi i documenti in mostra, provenienti da diversi archivi e anche dai comuni cittadini grazie al progetto di “memoria partecipata”, che riportano indietro a quell’epoca. Quelli del Cai sono visibili per la prima volta. «È la prima volta che esponiamo in maniera così ampia parti del nostro archivio documentale – commenta il presidente del Cai Prato Enrico Lorenzoni –, che raccoglie molte testimonianza a partire dalla fondazione della sezione (una delle più antiche d’Italia) nel 1883».

Tra questi ci sono anche i primi album fotografici delle gite, datati 1895, e la prima guida turistica della Valbisenzio, scritta da Emilio Bertini nel 1881.

Gli stessi documenti in mostra hanno dato vita al volume “Antiche Villeggiature” a cura del Cdse, che sarà presentato all’Archivio lunedì 17 settembre alle 17. «Il compito dell’Archivio non è solo conservare i documenti, ma anche valorizzarli e diffonderli – afferma il  vicedirettore dell’Archivio di Stato di Prato Leonardo Meoni –. Perciò siamo contenti di partecipare a percorsi espositivi come questo».

Tra gli oggetti più curiosi, anche alcune stoviglie provenienti delle frequentate pensioni di Montepiano di fine ‘800. «Per quanto riguarda Montepiano, la mostra è l’epilogo perfetto di una stagione dedicata alle villeggiature – commenta l’assessore del Comune di Vernio, che sostiene l’iniziativa insieme a  Vaiano e Cantagallo, Maria Lucarini –. È un percorso che ha un profumo di storia, ma che ci deve anche far riflettere sul futuro».

La mostra ad ingresso gratuito, sarà visitabile fino al 22 settembre, il lunedì e il mercoledì dalle 8.30 alle 17.20, il martedì, giovedì e venerdì dalle 8.30 alle 14.50 e sabato 22 settembre, in occasione delle Giornate europee del patrimonio, dalle 10.30 alle 18.30.