Cantagallo

La comunità di Santo Stefano al lavoro per pulire il parco Carigiola

Dal blog di fabriziaprota

A partecipare all’operazione soprattutto bambini. Il consigliere Logli: «L’obiettivo, insegnare ai ragazzi il rispetto per l’ambiente»

Gli abitanti di Santo Stefano all'opera per pulire l'area verde del torrente Carigiola

CANTAGALLO. Un pomeriggio diverso, all’insegna dell’educazione ambientale e dell’attività per il bene della collettività. È quello che ha trascorso mercoledì 22 agosto la comunità di Santo Stefano, frazione del Comune di Cantagallo, che ha deciso di ripulire dai rifiuti l’area verde, di proprietà comunale, del parco Carigiola, lungo la Sp2, dove scorre il fiume Bisenzio. A partecipare all’operazione, “armati” di guanti, rastrelli e pettorine, sono stati soprattutto bambini (10 in totale), di tutte le età, accompagnati da 7 adulti.

«L’obiettivo era insegnare ai ragazzi, che sono tutti del posto, il rispetto per l’ambiente – spiega Alessandro Logli, residente a Santo Stefano e capogruppo in consiglio comunale de “La Città per Noi” –. Abbiamo trovato un po’ di tutto: sacchetti dell’immondizia, sedie sdraio abbandonate, addirittura pinze dei freni di alcune auto. Purtroppo di inciviltà ce n’è parecchia. Magari qualche cartello, anche ironico, per invitare al rispetto della zona si potrebbe pensare di metterlo». E sull’esperienza dei ragazzi aggiunge: «Si sono divertiti molto, erano entusiasti. Se il tempo lo permette, abbiamo intenzione di replicare l’iniziativa in altre zone. La nostra è una comunità molto attiva e coesa – racconta Logli –. Abbiamo anche dei piccoli giardini che gestiamo tutti insieme, dove ci ritroviamo per fare delle cene o trascorrere le serate».