Vaiano, Vernio, Cantagallo

Direttissima, l’inizio dei lavori slitta ad ottobre

Dal blog di fabriziaprota

Lunedì 23 aprile amministratori e cittadini hanno incontrato a Vaiano i rappresentanti di RFI e Trenitalia. La fine delle operazioni, suddivise in 3 fasi, è prevista per marzo 2022

Il direttore produzione Emilia Romagna di RFI Vincenzo Cefaliello illustra ai vaianesi il programma dei lavori sulla Direttissima

VAIANO. I lavori per l’adeguamento strutturale della linea ferroviaria “Direttissima” Prato – Bologna cominceranno ad ottobre, anziché a luglio come era previsto. A renderlo noto sono stati i rappresentanti di Rete Ferroviaria Italiana e Trenitalia nella serata di lunedì 23 aprile, in occasione dell’assemblea pubblica che si è tenuta nella sala consiliare del Comune di Vaiano e che ha visto i rappresentanti delle due società confrontarsi con gli amministratori locali (di Regione Toscana e dei Comuni di Vaiano, Vernio, Cantagallo e Prato) e i cittadini sullo svolgimento dei lavori, il cui scopo principale è adeguare le caratteristiche della linea agli standard previsti dalla rete europea per il traffico delle merci.

Slitta dunque in avanti l’avvio del cantiere, fissato inizialmente per il prossimo luglio, il cui termine è previsto per marzo 2022. La durata dei lavori resta ferma a 3 anni e mezzo, suddivisi in tre fasi (più una quarta di completamento della durata di 6 mesi) che interesseranno via via le varie tratte della linea per circa un anno ciascuna: prima la Pianoro – San Benedetto Val di Sambro, poi la San Benedetto Val di Sambro – Vernio e infine la Vernio – Prato.

Durante questo arco di tempo ci saranno forti ripercussioni sul traffico passeggeri, in particolare quello dei treni regionali, che sarà sospeso dalle 9.30 alle 16.30 dal lunedì al venerdì nella tratta interessata dai lavori principali, dalle 9.30 alle 13.30 sul resto della linea e dalle 9.30 del sabato alle 16.30 della domenica tra Pianoro e Prato. Dove cancellato, il servizio sarà integrato da autobus sostitutivi.

Per RFI all’assemblea erano presenti il direttore commerciale di Emilia Romagna e Toscana Giuseppe Marta e il direttore produzione Emilia Romagna Vincenzo Cefaliello, oltre al direttore regionale per la Toscana di Trenitalia Gianluca Scarpellini. A rappresentare il territorio c’erano invece l’assessore alla Mobilità della Regione Toscana Vincenzo Ceccarelli, la consigliera regionale Ilaria Bugetti, i sindaci dei tre Comuni della Valbisenzio Primo Bosi (Vaiano), Guglielmo Bongiorno (Cantagallo) e Giovanni Morganti (Vernio) e l’assessore alla Mobilità del Comune di Prato Filippo Alessi.