Cantagallo

“A Cena con Matilde”: grande successo a Fossato per la tanto desiderata festa medioevale.

Contributo di Massimiliano Galardi

Grande successo (anche quest'anno) per la tanto attesa Festa Medioevale a Fossato.

Oltre 400 persone a tavola, tanta gente a zonzo per il bellissimo borgo medioevale adagiato sotto il Monte Calvi, stand molto belli, anche più dell’anno scorso, hanno animato le viuzze del paese. Quest’anno l’Oratorio di San Rocco è stato aperto fino alle 19,30 e tantissimi hanno potuto ammirare la chiesetta, fulcro vitale del castello fossatese, famoso anche per delle predelle di ceramica. In questa edizione non sono mancate le novità: in primis il patibolo, la dama gigante, ma oltre questo, si è potuto respirare anche antichi mestieri, oggi, quasi, polverizzati; il fabbro, la filanda etc.

L’aere contorniato da musiche medioevali, ha accompagnato i visitatori giunti fin qui, attraverso giochi per bambini, trampolieri, dimostrazioni di panificazione,: in paese si poteva incontrare il trampoliere, l’uomo col corno, figuranti vestiti come nel medioevo.

La cena ha visto il suo “varo” dopo le 20.00 con grandi pianali di cibo.

Gli spettacoli sono stati portati in paese grazie agli Artisti del Cantiere Crea e gli operatori dell’Historia Aedita.

Grande lavoro della Pro Loco Fossato che ha saputo ridare al suo borgo lo splendore dell’era di Matilde di Canossa, che, ivi, aveva un suo feudo in Fossato, Stagno e Bargi. (Canossa si trova nell’appennino reggiano).

@Galardi Massimiliano (articolo e foto)

Faccionotizia: l’informazione parte da te

Il Tirreno ti offre la possibilità di diventare autore delle notizie sul tuo territorio: per scrivere di cronaca, economia, sport, eventi e molto altro basta entrare a far parte della community. Non limitarti ad essere spettatore dei fatti che ti circondano, raccontali e fai sentire la tua voce!